Emergenza coronavirus, l’Italia corre verso lo Scenario Numero 4. Diverse Regioni a rischio chiusura alla luce dell’indice Rt.

Il governo lavora assiduamente per scongiurare un lockdown generale ma deve fare i conti con una nuova emergenza coronavirus, con i contagi che corrono, forse anche più del previsto.

Il Commissario Arcuri, “Limitate gli spostamenti”

Il Commissario Domenico Arcuri ha fatto il punto della situazione in conferenza stampa affermando che il Covid-19 uccide meno grazie alla reazione dell’Italia. Inoltre non si registrano criticità nei reparti di terapia intensiva, ma il sistema ospedaliero è in affanno. L’invito del Commissario è quello a spostarsi il meno possibile, solo se necessario.

Emergenza coronavirus, l’Italia corre verso lo Scenario Numero 4

Solo poche ore fa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte comunicava che l’Italia si trovava nello Scenario Numero 3 dello studio dell’ISS. E le chiusure disposte con il dpcm del 24 ottobre seguivano proprio le indicazioni dello studio in questione. Ora il Paese starebbe viaggiando verso lo Scenario Numero 4, che evidentemente presuppone nuove misure restrittive da parte del governo.

Lo scenario in questione è caratterizzato da “valori di Rt regionali prevalentemente e significativamente maggiori di 1.5“. Un contesto che mette a rischio la tenuta del sistema ospedaliero e la tenuta del sistema di tracciamento dei contatti. E il consiglio degli esperti è quello di procedere con misure di contenimento decise, aggressive.

Coronavirus
Coronavirus

Le Regioni a rischio lockdown

Le Regioni a rischio lockdown, numeri alla mano, sarebbero la Campania, la Lombardia, la Liguria, il Lazio e la Valle d’Aosta. A rischio chiusura anche la Provincia autonoma di Bolzano, che ha detto stop alla linea soft degli ultimi giorni preferendo allinearsi al governo per quanto riguarda gli orari di chiusura dei locali.

Ill nuovo dpcm

Stando a quanto riferito da la Repubblica, alla luce della rapida evoluzione della situazione, il governo sarebbe al lavoro sul dpcm da presentare la prossima settimana. È fondamentale fare il punto sugli effetti delle misure di contenimento adottate con il dpcm del 24 ottobre per capire come muoversi e soprattutto dove.

Sembra improbabile che il governo possa disporre una chiusura a livello nazionale. La stretta arriverà probabilmente con indicazioni valide a livello regionale o, ancora più mirate, comunale.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca News primo piano

ultimo aggiornamento: 30-10-2020


Coronavirus in Italia, 26.831 nuovi casi in un giorno. Arcuri, “Limitare gli spostamenti”

Torino, 60enne legato e imbavagliato. Arrestato presunto omicida