Emergenza coronavirus, le Regioni chiedono misure più stringenti a Giuseppe Conte. Lavoratori in piazza per manifestare, il premier non cambia rotta.

Le Regioni (soprattutto quelle del Nord) e il Centrodestra chiedono a Giuseppe Conte misure ancora più stringenti per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Emergenza coronavirus, le Regioni del Nord chiedono misure ancora più stringenti

Non usa mezzi termini il leader della Lega Matteo Salvini, che parla di una vera e propria “guerra“. Sembra decisamente allineato il governatore della Lombardia Fontana, che prova a fare polemica sui media ma ammette che il governo avrebbe potuto fare di più.

In effetti dalle Regioni del Nord arrivano richieste su posti di lavoro (ancora troppi esercizi commerciali non indispensabili sono aperti) sui trasporti pubblici, che andrebbero fermati o regolamentati, e sui parchi pubblici, se secondo molti andrebbero chiusi.

Coronavirus Regioni Italia
Fonte foto: https://www.facebook.com/fontanaufficiale/

Sale la ‘tensione sociale’, lavoratori in sciopero

Come se non bastasse, il governo deve fare i conti anche con gli scioperi e le lamentele delle persone ancora tenute ad andare a lavoro. Sono operai, farmacisti, commessi, rider che fanno consegne a domicilio. A lavoro non ci vogliono andare in quanto non ci sarebbero le condizioni di sicurezza necessarie.

Sciopero manifestazione
Sciopero manifestazione

Giuseppe Conte non cambia (almeno per il momento)

Al momento Giuseppe Conte non sembra intenzionato a rimettere mano al decreto. Per quindici giorni circa vuole andare avanti per la strada intrapresa. Saranno i numeri poi a suggerire le modifiche e i cambiamenti opportuni. Se sarà il caso di dare un nuovo giro di vite lo si farà.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-03-2020


‘Sarò onesto, molte famiglie perderanno i loro cari’: il monito di Boris Johnson sul coronavirus

Crollo Borsa, Salvini: “Valuteremo richiesta di risarcimento”