Coronavirus, monitoraggio Iss dell’11 dicembre: indice Rt a 0.82. Cinque regioni restano a rischio alto.

ROMA – Coronavirus, il monitoraggio dell’Iss dell’11 dicembre. Nel report, come precisato dal Corriere della Sera, si parla di una situazione in miglioramento anche se la pressione sui servizi sanitari in 16 regioni continua ad essere molto alta.

Indice Rt a 0.82

I fari erano puntati naturalmente sull’indice Rt. Il valore nel periodo dal 18 novembre all’1 dicembre è dello 0.82 (range 0.76 e 0.91). “Si riscontrano valori di Rt puntuale inferiore a 1 in 20 tra Regioni e Province autonome. Di queste, 19 hanno un Rt puntuale inferiore a uno anche nel suo intervallo di credibilità maggiore, indicando una diminuzione significativa nella trasmissibilità“.

Per quanto riguarda le regioni, 14 sono classificate a rischio moderato, due a rischio basso (Molise e Basilicata) e 5 a rischio alto (Emilia Romagna, Provincia di Trento, Puglia, Sardegna e Veneto). Per Puglia e Sardegna l’Iss consiglia “misure specifiche da adottare a livello provinciale e regionale” perché classificare a rischio alto per 3 o più settimane consecutive.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Si riduce l’incidenza

Continua a diminuire la pressione sui servizi sanitari anche se il tasso di occupazione dei posti letto continua ad essere sopra la soglia critica in 16 regioni. “L’incidenza – si precisa nel report – continua ad essere troppo elevata per permettere una gestione sostenibile, pertanto è necessario mantenere le attuali restrizioni per tenere i livelli di trasmissibilità significativamente inferiori a 1 su tutto il territorio nazionale“.

Coronavirus, l’indice Rt regione per regione

Nelle stime, pubblicate sul sito del ministero della Salute, il 4 dicembre si registra un valore dell’indice Rt in calo rispetto al precedente monitoraggio. I dati si riferiscono al periodo dal 30 novembre al 6 dicembre.

Abruzzo: Rt 0.8
Basilicata: Rt 0.65
Calabria: Rt 0.64
Campania: Rt 0.71
Emilia Romagna: Rt 0.81
Friuli Venezia Giulia: Rt 0.97
Lazio: Rt 0.67
Liguria: Rt 0.63
Lombardia: Rt 0.82
Marche: Rt 0.80
Molise: Rt 1.45
PA Bolzano: Rt 0.67
PA Trento: Rt 0.91
Piemonte: Rt 0.64
Puglia: Rt 0.8
Sardegna: Rt 0.7
Sicilia: Rt 0.68
Toscana: Rt 0.76
Umbria: Rt 0.66
Valle d’Aosta: 0.6
Veneto: 0.91

ultimo aggiornamento: 12-12-2020


Emergenza coronavirus, la Lombardia si prepara alla terza ondata

Fda, via libera al vaccino Pfizer-BioNTech. Trump: “Prime somministrazioni già nelle prossime ore”