Il monitoraggio dell’Iss del 29 gennaio ha confermato un nuovo calo dell’indice Rt. Scontro con le Regioni sulle ‘zone’.

ROMA – Il monitoraggio dell’Iss del 29 gennaio ha confermato un rallentamento della curva. Come riportato da La Repubblica, l’indice Rt nei giorni compresi tra il 6 e il 19 gennaio è di 0.84, in diminuzione rispetto allo 0.97 dell’ultimo report.

Un discesa che, guardando i numeri degli ultimi giorni, dovrebbe essere confermata anche nel prossimo monitoraggio.

Il monitoraggio dell’Iss

Nel monitoraggio si precisa che “l’epidemia resta in una fase dedicata ed un nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane è possibile, qualora non venissero mantenute rigorosamente misure di mitigazione sia a livello nazionale che regionale […]. L’incidenza è ancora lontana dai livelli che permetterebbero il completo ripristino sull’intero territorio nazionale dell’identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti. Il servizio sanitario ha mostrato i primi segni di criticità quando il valore a livello nazionale ha superato i 50 casi per 100.000 in sette giorni e una criticità di tenuta dei servizi con incidenze elevate. Nella settimana di monitoraggio è stata molto alta l’incidenza nella Provincia di Bolzano“.

Una situazione, quindi, in continuo miglioramento che potrebbe proseguire anche nelle prossime settimane.

Coronavirus
Coronavirus

L’indice Rt regione per regione

Andiamo a vedere l’indice Rt di ogni singola regione al 29 gennaio in base ai dati comunicati dal Ministero della Salute. Ricordiamo che per stabilire le zone di rischio saranno valutati i 21 parametri del monitoraggio Iss.

Abruzzo: Rt 0.81 (precedente 1.05)
Basilicata: Rt 0.91 (precedente 1.12)
Calabria: Rt 0.82 (precedente 1.02)
Campania: Rt 0.97 (precedente 0.76)
Emilia Romagna: Rt 0.77 (precedente 0.97)
Friuli Venezia Giulia: Rt 0.68 (precedente 0.88)
Lazio: Rt 0.73 (precedente 0.94)
Liguria: Rt 0.87 (precedente 0.99)
Lombardia: Rt 0.84 (precedente 0.82)
Marche: Rt 0.88 (precedente 0.98)
Molise: Rt 1.51 (precedente 1.38)
PA Bolzano: Rt 0.80 (precedente 1.03)
PA Trento: Rt 0.56 (precedente 0.9)
Piemonte: Rt 0.82 (precedente 1.04)
Puglia: Rt 0.90 (precedente 1.08)
Sardegna: Rt 0.81 (precedente 0.95)
Sicilia: Rt 0.98 (precedente 1.27)
Toscana: Rt 0.95 (precedente 0.98)
Umbria: Rt 0.96 (precedente 1.05)
Valle d’Aosta: Rt 0.82 (precedente 1.12)
Veneto: Rt. 0.61 (precedente 0.81)

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 29-01-2021


Crac Credito Cooperativo, Denis Verdini ai domiciliari

Vaccini Covid, Johnson and Johnson efficace al 66 per cento. Via libera dell’Ema ad AstraZeneca