Emergenza coronavirus, l’Oms avverte: Troppi Paesi vanno nella direzione sbagliata. Il virus rimane nemico pubblico numero uno.

L’Oms lancia il nuovo allarme sul coronavirus, facendo sapere che ancora troppi Paesi vanno verso una direzione sbagliata e che difficilmente porterà a contenere i nuovi casi di contagio.

I numeri nel mondo: 13 milioni di casi

Gli ultimi dati a disposizione parlano di 13 milioni di casi di coronavirus nel mondo. Le nuove zone critiche sono l’America Latina e gli Stati Uniti. Anche il Canada sta pagando un prezzo elevatissimo di questa emergenza sanitaria.

Coronavirus, Oms: Troppi Paesi vanno verso la direzione sbagliata

Alla luce dei numeri e dell’andamento della pandemia, il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha lanciato un nuovo allarme facendo sapere che ancora troppi Paesi vanno verso una direzione sbagliata.

Voglio essere schietto, troppi paesi vanno verso la direzione sbagliata […]. Il virus rimane nemico pubblico numero uno ma l’azione di molti governi e persone non lo riflette […]. L’unico obiettivo del virus è trovare persone da infettare. Messaggi ambigui dei leader stanno minando l’elemento cruciale di ogni azione: la fiducia […]. Non ci sarà un ritorno alla normalità nell’immediato futuro. Ma c’è una roadmap che consente di controllare il virus e di andare avanti con le nostre vite“, ha dichiarato Ghebreyesus come riportato dall’Ansa.

I dati legati ai nuovi contagi in effetti sembrano legittimare il nuovo allarme arrivato dal numero dell’Oms Ghebreyesus. Il mondo continua ad andare a velocità differenti seguendo anche punti di vista differenti che complicano una ripresa per quanto possibile omogenea.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
coronavirus cronaca evidenza oms

ultimo aggiornamento: 14-07-2020


“Qui un crimine contro l’umanità”, i parenti delle vittime di Bergamo scrivono alla Commissione Ue

Corte Suprema USA, via libera alla prima esecuzione federale dal 2003