Coronavirus, in autunno i test sull'uomo del vaccino italiano

Coronavirus, in autunno i test sull’uomo del vaccino italiano

Lotta al coronavirus, al via in autunno il test sull’uomo del vaccino italiano anti Covid-19.

Iniziano il prossimo autunno i test sull’uomo del vaccino italiano anti-coronavirus. Si tratta del vaccino figlio della collaborazione tra Takis e Rottapharm Biotech, un prodotto sul quale si punta molto alla luce degli ottimi risultati registrati nelle prime fasi di messa a punto e sperimentazione.

Coronavirus, in autunno i test sull’uomo del vaccino italiano

Come riferito dall’ANSA, è iniziata la produzione del quantitativo che servirà per la fase 1 e la fase 2 della sperimentazione. I test sull’uomo sono previsti per il prossimo autunno.

“Il programma di sviluppo – osservano le due aziende – prevede ora il completamento degli studi di laboratorio e la produzione del primo quantitativo del vaccino, già partita per arrivare al primo studio clinico in autunno”, confermano le aziende come confermato dall’Ansa.

Come funziona il vaccino italiano contro il coronavirus

Stando alle notizie pubblicate fino a questo momento, il vaccino italiano, come è noto, prevede l’iniezione di materiale genetico nel muscolo. A quel punto inizia la sintesi della proteina che usa il Covid-19 per indebolire le cellule e aggredire l’organismo.

Con il vaccino si punta a stimolare la reazione immunitaria in modo che l’organismo possa reagire in maniera rapida ed efficace nel caso in cui dovesse effettivamente contrarre il coronavirus.

La sfida della scienza

L’emergenza coronavirus ha aperto una sfida impegnativa per il mondo della scienza, costretto a confrontarsi con un nemico sconosciuto. In questi mesi la scienza si è divisa sul coronavirus e le divergenze restano anche a mesi di distanza dall’inizia dell’emergenza.

ultimo aggiornamento: 03-06-2020

X