CorSera: Milan, sos Piatek! Il polacco va assistito di più…

Nell’ultimo derby perso per 3-2 è saltato all’occhio un dato preoccupante: Piatek, in tutta la partita, ha toccato solo 17 palloni

Scatta l’allarme in casa Milan. Le vittorie contro Sassuolo e Chievo avevano sollevato qualche perplessità in merito alle difficoltà della squadra rossonera nel produrre bel gioco e occasioni pericolose. I risultati, però, avevano comunque dato ragione alla truppa di Gattuso. I problemi sono riesplosi al termine di un derby in cui il Diavolo si è fatto sorprendere da un’Inter data da tutti quasi per spacciata. A preoccupare, in primis, è un gioco che stenta a decollare: è stato proprio Krzysztof Piatek a pagare le conseguenze maggiori della sterilità rossonera in fase di impostazione.

Corriere della Sera: salvate il soldato Piatek

Il Corriere, nella sua edizione odierna, ha sottolineato come l’ariete polacco sia stato quasi abbandonato a sé stesso nella ferrea morsa del duo difensivo composto da De Vrji e Skriniar. Questo, in primis, a causa della pessima serata del duo Suso-Calhanoglu: calciatori in netta involuzione rispetto allo scorso anno.

La ricerca da parte di Leonardo di un esterno offensivo, a gennaio, era legata anche allo scarso rendimento dei due calciatori deputati a dare il cambio di passo alla squadra.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek

Milan, emerge un dato preoccupante su Piatek

Contro la squadra guidata da Luciano Spalletti, Piatek ha toccato solamente 17 palloni in 90 minuti più recupero. Una cifra irrisoria che fa ben comprendere come il calciatore polacco sia stato disinnescato al meglio dalla gabbia nerazzurra.

Sarebbe spettato a Suso e Calhanoglu fargli arrivare palle giocabili in quantità: tutto questo però non è successo e il numero 19 del Milan ha avuto solo una occasione da rete in tutto il match. Per acciuffare la qualificazione in Champions è fondamentale che Gattuso lavori per innescare al meglio un bomber che ha dimostrato di essere spietato, se ben assistito. Sarà proprio questa una delle priorità del tecnico calabrese.

ultimo aggiornamento: 19-03-2019

X