La Corte dei Conti in pressing sul governo per le concessioni autostradali

Concessioni autostradali, la Corte dei Conti in pressing sul governo

La Corte dei Conti in pressing sul governo per il tema delle concessioni autostradali: “Vanno accelerate le procedure per l’affidamento”.

In un momento non proprio facile per il governo, alle prese con la riforma della prescrizione, i venti di crisi che soffiano forti da Italia Viva e l’emergenza sanitaria legata al coronavirus, la Corte dei Conti rincara la dose e chiede al governo di sciogliere in tempi brevi la questione delle concessioni autostradali.

Concessioni autostradali, la Corte dei Conti in pressing sul governo

Vanno accelerate le procedure per l’affidamento delle nuove concessioni autostradali da svolgersi prima della scadenza delle vecchie convenzioni per la tutela dell’interesse generale e per scongiurare la stasi degli investimenti“, recita la relazione della Corte dei Conti. L’appello al governo è quello ad evitare ulteriori proroghe alle norme attualmente in vigore. Uno scenario non impossibile, ma che anzi potrebbe trasformarsi in realtà nel caso in cui non si dovesse procedere con il tempestivo riaffidamento della concessione.

Autostrade
fonte foto https://twitter.com/stefanoboni59

La (complessa) situazione politica

Il problema è che dal punto di vista politico la situazione non è per niente semplice. Il governo sarebbe ben lieto di rimandare la discussione per evitare di metter troppa carne al fuoco.

Il momento è particolarmente complesso e le principali forze della coalizione di maggioranza paventano la crisi di governo. E la fine della legislatura in corso. Ma questa sarebbe solo la naturale conseguenza visto che anche Mattarella sarebbe dell’idea di procedere con il voto nel caso in cui il Conte Bis non dovesse arrivare al termine del mandato. Uno scenario al momento tutt’altro che impossibile.

ultimo aggiornamento: 13-02-2020

X