Corte di Strasburgo, l’Italia deve dare un alloggio ai Rom sgomberati

La sentenza della Corte di Strasburgo sullo sgombero del campo nomadi di Giugliano. Le autorità devono dare un alloggio ai minori e alle famiglie che vivevano nell’area.

La Corte di Strasburgo interviene sul caso dei rom sgomberati a Giugliano (Napoli) invitando l’Italia a garantire un alloggio temporaneo ai dieci bambini (e ai loro genitori) che vivevano nell’accampamento liberato dalle Forze dell’Ordine.

La sentenza della Corte di Strasburgo sui Rom sgomberati dal campo di Giugliano

Invitando le autorità italiane a muoversi con la massima urgenza, i giudici della Corte di Strasburgo hanno fatto sapere che i 10 minori che vivevano nel campo roma di Giugliano (Napoli) dovranno essere collocati in un alloggio. Ovviamente insieme con i minori dovranno essere trasferiti anche i genitori.

La decisione della Corte arriva in seguito al ricorso presentato da tre persone che chiedevano ai giudici di Strasburgo una sistemazione per i propri figli.

Unione Europea
Fonte foto: https://pixabay.com/it/vectors/europa-dell-unione-europea-bandiera-155191/

Lo sgombero del campo nomadi di Giugliano

Lo sgombero del campo nomadi di Giugliano è avvenuto nei primi giorni di maggio (2019). Le autorità hanno disposto la bonifica dell’area per le critiche condizioni igienico-sanitarie della zona dove vivevano centinaia di persone.

L’occupazione si trovava nella zona dell’ex fabbrica di fuochi Schiattarella, alle porte della città. L’area, ha evidenziato il Comune, è stata sgomberata per motivi di sicurezza per le stesse persone che vi abitavano in condizioni precarie.

In seguito alle operazioni di sgombero, molte delle persone che abitavano nel campo si sono spostate a pochi metri di distanza in attesa di una nuova collocazione da parte delle autorità locali.

ultimo aggiornamento: 21-05-2019

X