E’ morta all’età di 87 anni. Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Suprema, icona liberal e dei diritti delle donne, aveva detto: “Mio successore scelto dopo le elezioni”.

WASHINGTON – Ruth Bader Ginsburg è morta all’età di 87 anni, in seguito a complicazioni per un tumore al pancreas. Era nata a Brooklyn il 15 marzo del 1933. Nel 1993 Bill Clinton l’aveva nominata giudice della Corte Suprema.

Inevitabilmente si apre la partita per la successione, con Donald Trump che con ogni probabilità proverà a mettere uno dei suoi alla Corte Suprema prima delle prossime elezioni presidenziali.

https://www.youtube.com/watch?v=VRlEFT-44Ik

Il ricordo di Ruth Bader Ginsburg

L’ex segretario di Stato, Hillary Clinton, ha twittato: “Ha spianato la strada a molte donne, inclusa me. Non ci sarà mai nessuna come lei. Grazie RGB“. Politicamente, infatti, è stata per decenni icona dei liberal e paladina dei diritti delle donne.

Le parole di Donald Trump

E’ stata un colosso della legge che ha dimostrato che si può essere in “disaccordo senza essere sgradevoli con i colleghi che avevano diversi punti di vista“, ha affermato Donald Trump.

Corte Suprema, quando il successore?

Spero di non essere sostituita fino a che un nuovo presidente si sarà insediato“, aveva detto Ruth Bader Ginsburg alla nipote Clara Spera nei giorni precedenti alla sua morte. “Non c’è dubbio sul fatto che gli elettori devono scegliere il presidente e il presidente deve scegliere il giudice alla Corte Suprema” che la sostituirà, ha infatti osservato Joe Biden.
I Dem temono che Trump possa “approfittare” e nominare immediatamente il successore, cementando la maggioranza conservatrice nell’Alta Corte.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Corte Suprema Donald Trump Ruth Bader Ginsburg Stati Uniti

ultimo aggiornamento: 19-09-2020


Giuseppe Saragat, il quinto presidente della Repubblica

Fondi Lega, operazioni sospette tra società e partito, “Fondi allo staff di Matteo Salvini”