La Corte Suprema degli Stati Uniti – come aveva annunciato il mese scorso – ha abolito il diritto all’aborto.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha votato la cancellazione della legge sull’aborto. La legge “Roe v. Wade” votata nel gennaio 1973 stabiliva il diritto della donna a interrompere la gravidanza sino alla 22-24 settimana. Attualmente, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha attuato una consultazione elettorale per eliminare la legge in questione, che garantisce la tutela del diritto d’aborto.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

“Parere della Corte”, la bozza di parere maggioritario

“Riteniamo che Roe e Casey debbano essere annullati”, scrive il giurista statunitense Samuel Anthony Jr Alito in una bozza di parere maggioritario, dal nome Parere della Corte. A seguito di questa decisione da parte della Corte Suprema degli Stati Uniti, la politica italiana ha espresso il suo parere sulla decisione di cancellare la legge che tutela il diritto all’aborto, che ora non sarà più garantito in ogni Stato federale.

Tribunale

Enrico Letta, segretario del Partito Democratico, ha definito la decisione in questo modo: “furore ideologico nelle scelte della Corte Suprema che contemporaneamente dice no alle donne e sì alle armi”. Poi aggiunge su Twitter: “Un ritorno indietro che genera sconcerto, alimenterà sofferenze e farà divampare i conflitti. Da noi nessun ritorno al Novecento”.

Anche l’ex presidente della Camera e deputata dem, Laura Boldrini si è espressa aspramente sulla questione, in un post su Twitter. “La Corte Suprema Usa ancella il diritto delle statunitensi di decidere del proprio corpo. Un passo indietro di 50 anni voluto dai giudici nominati dall’ex presidente Trump che pochi giorni fa autorizzavano l’uso delle armi in città. Tuteliamo i diritti sotto attacco”.

Il parere favorevole del senatore della Lega

Non è dello stesso avviso il senatore della Lega Simone Pillon: “Dopo 50 anni la Corte suprema americana ha abrogato la famosa sentenza Roe vs. Wade, fondata su un caso falso, che autorizzava l’aborto negli Stati Uniti. L’aborto volontario non è un diritto”, ha scritto in un post su Facebook. E continua: “Ora portiamo anche in Europa e in Italia la brezza leggera del diritto alla vita di ogni bambino, che deve poter vedere questo bel cielo azzurro. Lavoreremo per questo, senza metterci contro nessuno ma restando dalla parte delle mamme, dei papà e dei loro bambini. PS. un grande grazie al presidente Trump, che non ha mai fatto mistero di voler difendere la vita nascente, nominando giudici pro life alla Corte Suprema”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-06-2022


Sciopero delle compagnie aeree: a terra Ryanair, EasyJet e Volotea

Dopo l’aborto: I diritti su cui la Corte Suprema Usa si esprimerà