Ultimo giorno per i cittadini Ue residenti nel Regno Unito per aderire al ‘Settled Scheme’. Londra ha detto no alla proroga.

LONDRA (INGHILTERRA) – Ultimo giorno per tutti gli europei residenti nel Regno Unito per aderire al Settled Scheme. A distanza di sei mesi dalla Brexit, i cittadini dell’Ue in queste ore dovranno completare la domanda per poter continuare a vivere nel Regno Unito.

Ci sarà la possibilità, dopo un confronto con Bruxelles, di completare la registrare nei 28 giorni successi alla scadenza per i giustificati motivi. E per questo non dovrebbero esserci casi di espulsione, ma sicuramente questo è uno degli ultimi passaggi di un percorso di scissione iniziato ormai diversi anni fa.

Londra dice no alla proroga

In queste ultime settimane si sono intensificati i contatti tra Londra e Bruxelles per arrivare ad una seconda proroga della scadenza. La Brexit, infatti, è entrata in vigore il 31 dicembre e in quel momento si è deciso di rinviare questa scadenza al 30 giugno.

La pandemia e alcuni ritardi hanno portato l’opposizione laburista a chiedere, su invito di alcune associazioni, una estensione almeno fino al 30 settembre per completare tutte le pratiche. Da parte di Londra la risposta è stata negativa e nei prossimi 28 giorni le domande devono essere tutte presentate per poter vivere e lavorare sull’isola.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Boris Johnson
Boris Johnson

Cos’è il Settled Scheme

Il Settled Scheme è il registro digitale che Londra ha attivato per poter continuare a vivere nel Regno Unito. Dal 1° gennaio è possibile iscriversi e completare la domanda per proseguire a vivere e lavorare con tutte le tutele precedenti.

Una misura decisa da Boris Johnson subito dopo la Brexit e che ha portato a diverse polemiche. Alla fine, però, è prevalsa la linea del premier inglese. Poche ore per completare la propria registrazione anche se per validi motivi ci sarà la possibilità di ratificare il tutto entro il 28 luglio.


Confindustria: “L’economia è ripartita. Crescita Pil superiore alle attese”

Il prezzo della benzina da record. Codacons: “Nuova stangata per i consumatori”