Paolo Gentiloni commissario UE agli affari economici: cosa ci guadagna l’Italia?

Paolo Gentiloni commissario europeo agli Affari Economici. Ecco cosa ci guadagna l’Italia con la nomina dell’ex presidente del Consiglio.

ROMA – Paolo Gentiloni commissario europeo agli Affari Economici. E’ lui il prescelto dal Governo italiano per ricoprire il ruolo da Bruxelles. L’ex premier sembra essere il favorito per sostituire Moscovici ma la conferma ufficiale arriverà solo nella prossima settimana. In corso per quel ruolo anche un politico finlandese ma il curriculum del democratico potrebbe far cedere le reticenze delle altre nazioni.

Cosa fa il commissario europeo agli Affari Economici?

Il ruolo del commissario europeo agli Affari Economici è di grande importanza ma diventa fondamentale in una situazione finanziaria difficile come quella di oggi. Il politico, infatti, oltre ad interloquire con la Banca Centrale Europea, è chiamato a valutare la legge di bilancio di ogni singolo Stato.

E quindi la possibile nomina di Gentiloni potrebbe facilitare una manovra più espansiva per quanto riguarda l’Italia. Una politica meno ‘dura’ da Bruxelles dovrebbe avvenire anche senza un commissario italiano ma in caso di insediamento del democratico potrebbe facilitare ancora di più il dialogo con l’Unione Europea. Ma a lungo raggio la presenza dell’ex premier potrebbe consentire a Roma di chiedere di cambiare la politica dei conti.

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni

La prima volta di Paolo Gentiloni e di Roma

Paolo Gentiloni agli Affari Economici di Bruxelles potrebbe segnare la prima volta dell’Italia in questo ruolo. Fino a questo momento, infatti, mai Roma era stata a capo di questa commissione. Dalla Spagna alla Francia passando anche per Estonia e Finlandia. Tante le nazioni che negli ultimi anni hanno gestito l’economia continentale ma oggi potrebbe toccare all’Italia.

Il nome di Gentiloni, fortemente voluto da Franceschini, è stato scelto proprio per andare a conquistare il ruolo di commissario economico a Bruxelles. E in questo caso una manovra più espansiva potrebbe vedere il via libera da parte dell’Unione Europea.

ultimo aggiornamento: 05-09-2019

X