Dall'edilizia ai concorsi, ecco cosa prevede il decreto scuola

Dall’edilizia ai concorsi, ecco cosa prevede il decreto scuola

Dall’edilizia scolastica ai giudizi descrittivi alle elementari: ecco cosa prevede il decreto scuola.

ROMA – Il decreto scuola è entrato nel vivo della discussione. Il provvedimento nelle prossime ore dovrebbe avere il via libera del Senato. Dopo l’approvazione a Palazzo Madama, il testo passerà alla Camera. La misura è stata svelata in esclusiva sui social dalla viceministra Anna Ascani.

Cosa prevede il decreto scuola

Il decreto scuola è stato svelato in anteprima su Facebook da Anna Ascani: “La settima Commissione del Senato ha terminato l’esame degli emendamenti – ha scritto la viceministra – questi sono alcuni dei miglioramenti sostanziali apportati al testo iniziale“.

Giudizio descrittivo alla primaria

Dall’anno scolastico 2020/2021 alla scuola primaria tornerà il giudizio descrittivo.

Re-iscrizione alunni disabili all’anno disabile

Per il prossimo anno scolastico la scuola può valutare l’opportunità di consentire la re-iscrizione dell’alunno con disabilità alla medesima classe frequentata nell’anno 2019-2020, sulla base della richiesta della famiglia.

Tutela privatisti

Nel decreto è stata inserita una ‘protezione’ per i privatisti. Questi potranno essere partecipare con riserva a tutti i concorsi e prove di ammissioni ai corsi di laurea previsti prima dell’esame di maturità che dovrebbe svolgersi a settembre.

Graduatorie provinciali

Per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022 saranno istituite delle nuove graduatorie provinciali di istituto. La valutazione sarà effettuata dagli uffici scolastici territoriali.

Percorsi abilitanti

E’ prevista per l’anno scolastico 2020/2021 la possibilità per le scuole d’infanzia paritarie comunali di affidare incarichi temporanei agli educatori dei servizi educativi per l’infanzia. Istituito anche un tavolo per garantire anche in futuro ai neo-laureati un percorso di accesso all’insegnamento caratterizzato da una formazione adeguata.

Edilizia

Gli interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica sono stati affidati alle amministrazioni locali.

Procedura concorso straordinario

Il concorso straordinario non si svolgerà più tramite quiz. Il test sarà effettuato con una prova scritta articolata in quesiti a risposta aperta da tenersi in corso d’anno. I vincitori avranno la retrodatazione giuridica del contratto.

La settima Commissione del Senato ha terminato l'esame degli emendamenti al Decreto Scuola. Questi sono alcuni dei…

Pubblicato da Anna Ascani su Giovedì 28 maggio 2020

ultimo aggiornamento: 28-05-2020

X