Vuoi richiedere una carta di credito alla tua banca? Scopri quali sono i requisiti essenziali per far accettare la tua proposta…

Con la crisi economica diventa sempre più complicato il rapporto tra banche e clienti. Anche ottenere una carta di credito sembra essere diventata un’impresa complicata, in particolare se non si dispone di un certo reddito e con contratti a tempo determinato. Prima di tutto va detto che la politica circa il rilascio di una carta di credito cambia a seconda dell’istituto bancario, anche se generalmente i requisiti per ottenerla sono più o meno gli stessi.

Requisiti per richiedere carta di credito

Se stai valutando la possibilità di richiedere una carta di credito, presta attenzione a rispettare i seguenti requisiti richiesti dalle banche:

  • cittadinanza italiana ed europea. Nel caso di extra-europea le banche richiedono a garanzia una residenza da almeno 3 anni;
  • aver superato il diciottesimo anno di età e non aver superato i 70-75 anni;
  • un reddito quantificabile;
  • la presenza di un conto corrente bancario.

Tra gli altri requisiti sicuramente c’è quello di non essere inserito nel registro dei Cattivi Pagatori e non presentare alcun debito pregresso con banche o istituti di credito. Per reddito quantificabile, le banche hanno bisogno di avere una busta paga, il cedolino della pensione oppure la dichiarazione dei redditi. Naturalmente sono requisiti variabili visto che sono diverse le banche che rilasciano la carta di credito senza una soglia minima di accesso.

Soglia di accesso

Anche se alcune banche non richiedono una soglia di accesso è importante che il richiedente carta di credito dimostri di avere un’entrata mensile del valore del plafond della carta di credito. Se la soglia massima della carta è fissata a 1500 euro potreste incontrare non poche difficoltà nel rilascio in caso il vostro reddito mensile sia di soli 700 euro. Sicuramente ci sono delle soglie di tolleranza, ma naturalmente questo dipende dalla banche. Generalmente le banche prima di istituire un credito hanno bisogno di verificare l’affidabilità del cliente. Proprio per questo motivo gli istituti di credito tendono a rilasciare la carta di credito dopo diversi mesi, se non anni, dall’apertura del conto corrente in modo da verificare nel tempo la solvibilità del cliente.

certificato_unicasim


Come viene tassato il TFR

Pignoramento Equitalia come avviene e cosa comporta