Cosa si può fare il 6 gennaio, giorno dell’Epifania con l’Italia in Zona Rossa. Le regole, le deroghe e le sanzioni in caso di violazione.

L’Italia vive il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, in Rosso, ormai sapendo a grandi linee cosa si può fare, ma è sempre bene ripassare le regole ed evitare brutte sorprese. Ossia le sanzioni.

Carabinieri
Carabinieri

Cosa si può fare il 6 gennaio, giorno dell’Epifania

Il 6 gennaio vigono le regole stringenti che abbiamo imparato a conoscere già in occasione del Natale e del capodanno. Andiamo a fare una panoramica delle regole e delle deroghe.

Vietati gli spostamenti tra le Regioni, se non per motivi di necessità, lavoro, urgenza, ovviamente.

Bar e ristoranti chiusi. Questi locali possono lavorare solo per il servizio da asporto o per la consegna a domicilio.

È possibile fare attività motoria nei pressi della propria abitazione. Quindi è possibile fare una breve passeggiata o una corsa.

È possibile uscire di casa per andare a Messa.

Inoltre è possibile uscire di casa per andare a trovare un amico o un parente. Lo spostamento deve avvenire sul territorio regionale e nel limite massimo di due persone. I due possono essere accompagnati da figli di età inferiore ai 14 anni e da persone non autosufficienti. È consentito un solo spostamento al giorno a meno che ovviamente il secondo spostamento non sia quello per fare ritorno alla propria abitazione.

Il coprifuoco inizia alle ore 22:00 e finisce alle ore 5:00 del mattino seguente.

Nei giorni in Zona Rossa, quindi anche il 6 gennaio, ogni spostamento dovrà essere giustificato con autocertificazione da presentare o compilare in caso di controllo da parte degli uomini delle forze dell’ordine.

Per quanto riguarda i negozi, ecco la lista di quelli aperti in zona Rossa, ovviamente considerando però che il 6 gennaio molti esercizi potrebbero essere chiusi per il giorno festivo.

Carabinieri
Carabinieri

Le sanzioni in caso di violazioni

In caso di violazione delle norme, si procede con la sanzione amministrativa da 400 e 1.000 euro che può essere aumentata di un terzo se la violazione stessa avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
coronavirus cronaca motori primo piano

ultimo aggiornamento: 06-01-2021


Vaccini, Arcuri attacca: “Pfizer è in ritardo”

Covid, come funziona il vaccino Moderna