L’irrazionalità alla base delle scelte più ardue da compiere, anche per un investitore

Cosa significa Avversione alla Perdita nell’ambito della Finanza Comportamentale? Si tratta della resistenza che un individuo oppone a una circostanza negativa e che lo spinge a comportamenti o scelte azzardate.

Come l’inconscio gioca un ruolo fondamentale nelle scelte finanziarie

Chi sceglie di investire in attività finanziarie somme più o meno ingenti ha certamente eseguito una approfondita e razionale valutazione dei rischi legate a quelle attività. E’ certo quindi di avere un quadro perfettamente chiaro della situazione e di poterne controllare ogni variabile.

La finanza comportamentale (che è una branca della psicologia nata negli anni Cinquanta) analizza proprio il comportamento degli investitori in momenti di alto stress: è dimostrato che, nonostante tutti gli accorgimenti presi e le informazioni razionalmente elaborate in precedenza, in situazioni di stress è l’inconscio a prendere il sopravvento e a influenzare le scelte degli individui.

Cosa significa Avversione alla Perdita per un investitore?

Una situazione rischiosa in finanza mette l’investitore davanti a due possibilità: accettare una perdita oppure intraprendere un’ulteriore attività al fine di compensare la perdita o addirittura di guadagnare.

Avere un’alta avversione alla perdita induce gli individui ad essere estremamente prudenti, rifuggendo qualsiasi situazione di rischio ulteriore al fine di minimizzare i possibili danni.

A corollario di questo assioma, un’alta avversione alla perdita potrebbe rendere difficile per un investitore contrarre dei debiti anche quando, in un’ottica che tenga in considerazione il lungo periodo, l’indebitamento potrebbe rappresentare una fonte di guadagno e di crescita per l’attività.

In generale si può affermare che la perdita abbia un impatto emotivo molto più importante del guadagno per i soggetti che “soffrono” di avversione alla perdita. Dal punto di vista strettamente razionale non si può accettare tuttavia che queste problematiche individuali possano comportare perdite a livello finanziario o indurre a una gestione irragionevole e infruttuosa delle proprie risorse.

La cosa migliore da fare quindi è affidarsi a professionisti e, se possibile, non agire mai d’impulso in situazioni che vengono percepite come rischiose.

certificato_unicasim


Cosa significa Finanza Comportamentale a livello teorico e pratico

Titolo esecutivo e precetto, la notifica del titolo esecutivo e l’atto di precetto