Volete sapere che cosa sono gli interessi di mora e in quali occasioni si applicano? Desiderate conoscere il limite di tempo per pagare una scadenza? Qui ve lo spieghiamo

Se il debitore non paga nel tempo previsto le rate del prestito, il creditore può pretendere che questo sia messo in mora e, quindi, aggiungere agli interessi normali anche gli interessi di mora. Per fare questo è necessario che il creditore, alla scadenza del termine previsto, richieda formalmente la costituzione in mora del debitore.

COME SI REGOLANO GLI INTERESSI DI MORA?

Gli interessi di mora sono collegati, quindi, all’inadempimento di una rata non pagata, o pagata in ritardo, al termine fissato dalla legge o dagli accordi tra le due parti. Gli interessi di mora servono per sanzionare il debitore e risarcire il creditore dal danno subito, che dovrà essere provato.

DOPO QUANTO TEMPO SONO APPLICABILI?

Gli interessi vengono calcolati dalla decorrenza dei 30 giorni dal ricevimento della fattura, oppure dal momento in cui è stata consegnata la merce o scaduta la rata del finanziamento. Ma ci sono anche alcuni casi in cui la scadenza può essere derogata, come ne caso dei rapporti commerciali fra imprenditori, dove il termine di 30 giorni può essere modificato dalle due parti. Anche nel caso in cui siano dei rapporti commerciali tra imprenditori Pubblica Amministrazione, perché in questo caso l’allungamento del tempo massimo diventa di 60 giorni e non deve essere espresso direttamente sul contratto.

certificato_unicasim

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
interessi di mora moratoria pagamento ritardo

ultimo aggiornamento: 03-12-2016


Cosa sono gli interessi legali?

Cosa sono gli interessi passivi