Crisi di governo, il decreto Ristori 5 può essere approvato dopo le dimissioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte?

Le dimissioni di Conte aprono formalmente la crisi di governo e in molti si chiedono ora che possa succedere per quanto riguarda il decreto Ristori 5, il pacchetto di aiuti destinato a famiglie e imprenditori colpiti dalla crisi economica e dalle restrizioni imposte per contrastare la diffusione del coronavirus.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Il decreto Ristori 5 può essere approvato dopo le dimissioni di Conte?

Cosa può fare il governo dopo che Conte ha rimesso il mandato? Nel corso dell’incontro al Quirinale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiesto al premier dimissionario di rimanere in carica per la gestione degli affari correnti.

“Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Palazzo del Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Avv. Giuseppe Conte, il quale ha rassegnato le dimissioni del Governo da lui presieduto. Il Presidente della Repubblica si è riservato di decidere e ha invitato il Governo a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti”, recita la nota pubblicata sul sito del Quirinale.

Rientrano negli affari correnti anche gli atti urgenti che si rendono necessari per contrastare l’emergenza coronavirus. Non solo. Il governo può muoversi anche per fronteggiare ogni relativa conseguenza dell’emergenza sanitaria.

Con il sostegno del Centrodestra, che dal primo momento si è detto pronto ad approvare nel minor tempo possibile i provvedimenti urgenti, come il decreto Ristori 5, il governo sembrerebbe avere margine per procedere con il via libera al provvedimento atteso da milioni di italiani in difficoltà.

Soldi euro
Soldi euro

La Legge di bilancio

I margini per muoversi sono stretti ma ci sono, mentre in dubbio ci sono i provvedimenti inseriti nell’ultima legge di bilancio. Si tratta di provvedimenti che entrano in vigore con decreti attuativi che al momento non sono stati emanati.


Alitalia, pronta la richiesta di ristori all’Ue

I ritardi dei vaccini spaventano i mercati. Borse in calo