JP Morgan si tira indietro, è il fallimento della Superlega di calcio: e ora cosa succede ai club fondatori della nuova competizione europea?

Tramontato almeno per il momento il progetto Superlega, con JP Morgan che ha fatto il suo passo indietro comunicando di aver valutato male il progetto, resta ora da capire cosa succede ai club fondatori della competizione europea. Per le squadre inglesi non si prospettano conseguenze e anche l’Inter dovrebbe superare la questione indenne. Lo stesso discorso vale per il Milan. Di fatto a rischiare sono Juventus e Real Madrid.

Cosa succede dopo il fallimento della Superlega

Partiamo da un dato di fatto. La Lega Serie A ha escluso sanzioni o interventi punitivi nei confronti delle squadre che hanno aderito al Super League in quanto ritiene di non poter condannare un’idea. E la decisione non sembra così sbagliata, anzi.

Ma i club fondatori non escono vincitori dalla questione. In primo luogo perché ora dovranno trovare una strada alternativa per risollevare le sorti economiche. Parliamo di società che hanno debiti ingenti che devono risanare. Per molte potrebbe essere arrivata l’ora di chiudere un ciclo nonostante il valore del blasone, che evidentemente aiuta ma non ripaga i debiti. Attenzione, non tutti i club vivono una situazione economica insostenibile. Ma molti sì.

La situazione del Tottenham ad esempio è complicatissima e quella dell’Inter non è di certo rosea. L’Arsenal non se la passa malissimo rispetto a molte altre compagne di ventura e sventura.

Ovviamente queste squadre dovranno rivedere i conti tagliando sulle voci di spesa. Qualche club se la caverà con una nuova iniezione di denaro, qualcuno dovrà vendere e svendere per fare cassa e rivedere il monte ingaggi.

In poche parole alcune delle big d’Europa potrebbero essere decisamente meno big.

ANDREA AGNELLI
ANDREA AGNELLI

I club di Serie A potrebbero fare causa ad Agnelli

Non solo. Da giorni si parla di un possibile ribaltone in casa Juve, con Agnelli che potrebbe lasciare la carica di presidente per ricucire lo strappo con la Uefa. Inoltre dalle colonne de la Gazzetta dello Sport arriva la notizia di una possibile causa per danni contro Agnelli da parte dei club di Serie A. La causa avrebbe un fondamento in quanto Agnelli, tra gli ideatori della Superlega, è anche membro della commissione che si occupa di negoziare e trattare con i fondi che sono interessati ad una quota di minoranza della Lega. E per questo ruolo si sarebbe impegnato a non appoggiare nuove competizioni.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 23-04-2021


Serie A, i calciatori positivi al coronavirus

Euro 2020, ufficializzati gli stadi