Cosa vedere in Australia: 5 luoghi da sogno nascosti

Scopriamo cosa vedere in Australia per portarci a casa un ricordo unico e affascinante del continente più curioso del mondo.

chiudi

Caricamento Player...

L’Australia è già di per sé un continente con moltissime particolarità, ma per chi non ama particolarmente le vacanze e i viaggi preconfezionati, e proprio per questo spesso viaggia anche in periodi inusuali, ci sono numerosissime curiosità da conoscere e luoghi affascinanti da visitare, per avere un ricordo indimenticabile e unico di questa terra. Ecco cosa vedere in Australia per un viaggio unico e indimenticabile.

Il Lago Hillier è completamente rosa

Per chi ama le stranezze naturali, il lago Hillier, nell’arcipelago di Recherche, è senza dubbio una meta irrinunciabile. Non è l’unico lago con colorazioni inusuali al mondo, ma è l’unico il cui colore rimane ancora un mistero. Anche perché, diversamente da altri, per esempio il lago Retba in Senegal, il lago Hiller rimane rosa per tutto l’anno. Dal momento che si trova in una zona dedicata alla ricerca, per ammirarlo è necessario sorvolarlo.

La bioluminescenza dei laghi Gippsland

Per qualche strano motivo sembra che in Australia i luoghi di interesse legati alle particolarità biologiche siano diversi e rari. In questo caso, una colonia di alghe Noctiluca Scintillans vive stabilmente in questa rete di laghi dal 2009. La prerogativa di questi esseri viventi è curiosa: brillano al buio, dando all’acqua un aspetto alieno, surreale e imperdibile. Sfortunatamente questi esseri viventi sono dannosi per l’ecosistema, e per questo si sta tentando di contrastarli. Il fenomeno pertanto si può considerare limitato nel tempo, perché prima o poi scomparirà.

The Haunted Bookshop a Melbourne

Probabilmente per noi europei trovare librerie che si occupano dell’occulto, per esempio in città come Praga o Torino, non è un’esperienza così curiosa. Ma trovarne una a Melbourne, in Australia, merita senza dubbio una visita. Un luogo interessante e controverso, come si legge anche dalle recensioni online (in fondo è un negozio), che va visitato con il giusto spirito. Si occupa principalmente di libri dell’occulto, tarocchi e libri antichi.

Il William Ricketts Sanctuary e le statue all’aperto

Lo scultore William Ricketts ha dedicato buona parte della sua vita a questo santuario all’aperto, che celebra la vita degli aborigeni australiani tramite una serie di sculture. Nato nel 1898, lo scultore si è dedicato interamente a questo parco, vivendoci quasi ininterrottamente dal 1934 al 1998, quando si è spento all’invidiabile età di 95 anni. Il parco contiene 95 sculture perfettamente inserite nell’ambiente naturale. Si trova nei pressi del Mount Dadernorg; se siamo in quelle zone dell’Australia, fra le destinazioni va aggiunta senza dubbio.

William Ricketts Sanctuary
Fonte foto: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/90/WilliamRickett_Bakharev_3.JPG

Il Patronella Park, un sogno diventato realtà

Per José Patronella, il viaggio in Australia del 1925 doveva essere una semplice luna di miele. Invece si è trasformato nella realizzazione del sogno di una vita. Prima si è procurato un terreno da cinque ettari nel Queensland, poi vi ha costruito una scalinata che gli servisse per procurarsi la sabbia necessaria alla costruzione. Da lì è stato tutto semplice: ha costruito prima la propria casa, poi un castello ispirato a quelli spagnoli, ha installato la prima diga idroelettrica d’Australia, infine ha completato il parco con un teatro con tanto di foyer e stanze per gli ospiti, una fontana e diverse panche per ammirare una cascata. Il tutto con le sue mani. Riaperto al pubblico dal 1993, il parco offre tour guidati e si trova nei pressi di Mena Creek.

Insomma, viaggiare in Australia su rotte non convenzionali può essere una grandissima soddisfazione. Ricordiamoci però che in questo continente la sanità funziona in modo analogo a quella, per esempio degli Stati Uniti, quindi prima di partire, è bene dotarsi di una assicurazione sanitaria adeguata, anche per avere più facilità con il visto di ingresso turistico di cui abbiamo bisogno. L’Australia inoltre, trovandosi nell’Emisfero opposto al nostro, si presta molto bene anche alle vacanze invernali, dal momento che l’inverno è la stagione più calda: Natale in Australia si festeggia in spiaggia!

Fonte foto copertina: pixabay.com/en/uluru-australia-monolith-2058380/

Polizza Viaggio