Cosa vedere a Bangkok: luoghi famosi e sconosciuti

Se stiamo decidendo cosa vedere a Bangkok durante il nostro prossimo viaggio, ecco alcune idee per un percorso particolare e diverso dall’ordinario.

chiudi

Caricamento Player...

Sappiamo già che la Thailandia è un luogo di grandissimo fascino, e non manca di mete stupefacenti e incredibili. Bangkok, la sua capitale, la rappresenta perfettamente anche in questa. Divisa, come molte capitali del mondo asiatico, fra una fortissima tradizione e una grande spinta verso la modernità, è capace di mostrarci a pochi chilometri di distanza templi, monasteri e grattacieli. Se stiamo pianificando cosa vedere a Bangkok nel prossimo viaggio, ecco cinque luoghi da mettere in lista, senza dimenticarci alcune precauzioni, per esempio una buona assicurazione per viaggio che copra anche gli aspetti sanitari, come consigliato anche dalla Farnesina

I mercati galleggianti, floating market

Come suggerisce il nome, si tratta di mercati che si tengono sui fiumi in cui i mercanti, all’ingrosso e al dettaglio, vendono le loro merci direttamente dalle barche. Rappresentano uno degli aspetti più tradizionali del commercio thailandese e alcuni, più turistici, si trovano a poca distanza da Bangkok. Se non possiamo spostarci troppo, quelli più facili da visitare e turistici sono il Taling Chan Floating Market e il Khlong Lat Mayom, quest’ultimo è il più nuovo mercato galleggiante di Bangkok. Avendo tempo però è preferibile visitare quelli fuori città, più grandi e meno turistici.

mercato galleggiante a bangkok
Fonte foto: pixabay.com/it/thailandia-floating-market-viaggi-547270/

Il Siriraj Medical Museum

Si trova presso il più antico ospedale della capitale, (dove va a curarsi anche il Re) ed è un museo della medicina molto interessante per gli appassionati di scienza con un po’ di gusto per il weird e lo stomaco non particolarmente sensibile. Oltre a essere un museo di strumenti medici infatti, contiene anche campioni scientifici umani, dal corpo mummificato di un serial killer a parti di pelle umana con tatuaggi tradizionali. Ospita anche un sistema nervoso dissezionato e lo scheletro del fondatore.

La torre fantasma: archeologia urbana

Se stiamo decidendo cosa visitare a Bangkok e abbiamo un particolare gusto per l’architettura metropolitana, aggiungiamo nella cartina il Sathorn Unique. Un grattacielo iniziato durante il boom economico degli anni ’90 e mai terminato, è di fatto diventato il simbolo della crisi finanziaria del 1997. Come tutti gli edifici abbandonati ha attratto schiere di giovanissimi in cerca di avventure e altri personaggi più strani, che in alcuni casi hanno lasciato le loro testimonianze.  Chi si è avventurato al suo interno, ignorando il divieto d’accesso, ha trovato le cose più curiose, da una stanza piena di manichini a un ritratto del re. Ovviamente, secondo le persone del posto, è infestato dai fantasmi.

Il Mercato degli Amuleti

La ricerca di protezione soprannaturale non è una prerogativa delle religioni occidentali; in questo particolarissimo mercato le persone con lavori pericolosi o in cerca di fortune in campi specifici possono venire e scegliere i loro amuleti, di solito piccoli oggetti che in alcuni casi contengono reliquie provenienti dai templi della zona. La tipologia e la qualità degli articoli è quanto di più variabile si possa immaginare. La tradizione vuole che chi cerca un amuleto per un compito specifico lo debba cercare in un ammasso di oggetti simili, per cui spesso la disposizione, seppur folkloristica, è piuttosto caotica.

L’università di Mahachulalongkornrajavidyalaya

La parte difficile, nel raggiungere questo luogo, è digitarne il nome nel navigatore o sullo smartphone. Se ci riusciamo, troveremo una interessante università buddhista che offre corsi in lingua inglese per gli studenti internazionali.

Fonte foto copertina: pixabay.com/en/tuk-tuk-thailand-city-2438979/

Polizza Viaggio