Cos'è il Blind Recruitment? Una politica aziendale che mira all'inclusività

Cos’è il Blind Recruitment? Una politica aziendale che mira all’inclusività

Più obiettivi raggiunti, più versatilità, maggiori introiti

Cos’è il Blind Recruitment? Si tratta di una strategia di assunzione “al buio” che permette una scelta dei lavoratori con criteri oggettivi.

Perché fare Blind Recruitment?

Durante i colloqui di lavoro anche il reclutatore più integerrimo può essere influenzato da pregiudizi di vario tipo. Se i più diffusi di questi sono i pregiudizi razziali o quelli di genere, pregiudizi più sottili sono in grado di influenzare il processo decisionale di un individuo, impedendogli di essere oggettivo. E’ importante sottolineare che molto spesso tali pregiudizi (non necessariamente negativi) risultano del tutto inconsci.

E’ dimostrato ad esempio che si sia portati ad assumere un individuo che abbia lo stesso anno di nascita del reclutatore oppure che abbia condotto gli studi negli stessi istituti di formazione. 

Fare Blind Recruitment consente alle aziende di aggirare tali pregiudizi e di assumere soltanto persone che per le loro comprovate capacità risultino idonee a ricoprire determinati ruoli.

A un lavoratore conviene sapere cos’è il Blind Recruitment e quali aziende lo praticano?

Nella maggior parte dei casi sì. Questo perché le aziende che hanno implementato nelle loro prassi di assunzione il Blind Recruiting dimostrano di avere un approccio dinamico e inclusivo al mercato e di essere particolarmente attente ai risultati. E’ dimostrato infatti che un team messo assieme attraverso una procedura di Blind Recruiting sia più efficace nel conseguire risultati e nel trovare risoluzioni a problemi complessi proprio grazie al fatto che i lavoratori che lo compongono provengono da formazioni, esperienze e background culturali completamente diversi.

Il Blind Recruitment avviene nella maggior parte dei casi attraverso un “filtraggio” delle informazioni contenute nei curriculum ricevuti. Un’azienda potrebbe scegliere di cancellare dai curriculum nome, età e sesso del candidato, la sua formazione accademica, la sua provenienza geografica o ancora altri parametri. Agli incaricati dell’assunzione saranno quindi sottoposti curriculum già privi di elementi che possano favorire giudizi discriminatori. I lavoratori che intendano sottoporre i propri curriculum alle aziende che fanno blind recruiting quindi non è richiesto di modificare il proprio curriculum in alcun modo.
certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 30-05-2017

X