Cos’è l’Accumulation – Distribution Line? Un colpo d’occhio sui prezzi

Un indicatore per l’oscillazione giornaliera dei prezzi

chiudi

Caricamento Player...

A cosa serve e cos’è l’Accumulation – Distribution Line? Un indice che mette in relazione il prezzo minimo e massimo di un titolo per stabilire se il mercato accumula o distribuisce.

Le oscillazioni di prezzo

E’ una una semplicissima legge di mercato quella che stabilisce che più viene venduta una merce, più il suo prezzo cala. Più una merce viene acquistata più il suo prezzo si alza.

Nel momento in cui una merce – o un titolo nell’ambito del mercato finanziario – viene venduta, essa si distribuisce tra un certo numero di soggetti; nel momento in cui una merce o un titolo vengono acquistati, sul mercato mettono in luce dei soggetti che stanno accumulando quella risorsa.

Che cos’è l’Accumulation – Distribution Line

Da quanto appena detto si evince quindi in linea generale quale sia il funzionamento dell’Accumulation – Distribution Line.

Nello specifico, l’indice di Accumulazione – Distribuzione si calcola attraverso il seguente algoritmo:

                   vol*[(c-l)-(h-c)]
A/D(t) =    _______________

                  (h-l) + A/D(t-1)

c = chiusura del prezzo della giornata
l= prezzo minimo del titolo
h= prezzo massimo del titolo
A/D(t-1) = valore A/D del giorno precedente a quello in cui si sta effettuando il calcolo

Alla base dell’Accumulation – Distribution line c’è il Money Flow Multiplier, rappresentato dall’operazione tra parentesi quadre che viene moltiplicata per il flusso di denaro giornaliero con cui si rappresentano gli scambi effettuati nell’arco della giornata.

Questo moltiplicatore oscilla tra +1 e -1. Assume valori positivi quando la chiusura è più vicina al prezzo massimo raggiunto dal titolo e, naturalmente, negativo in caso contrario.

Valori positivi indicano un’aumento dei prezzi e, pertanto, un’processo di accumulazione in atto e una pressione d’acquisto maggiore della pressione di vendita. Valori rientranti nella parte negativa del range indicano una tensione del mercato alla distribuzione delle risorse e quindi al loro deprezzamento, con una pressione di vendita maggiore della pressione d’affitto.
certificato_unicasim