Cos’è il modello 730 congiunto?

Siete sposati e volete effettuare la dichiarazione dei redditi congiunta? Volete sapere come funziona il modello 730 congiunto? Qui ve lo spieghiamo

Ogni anno i contribuenti che devono presentare la dichiarazione dei redditi e che sono regolarmente sposati, possono effettuarla tramite il modello 730 congiunto, ovvero una dichiarazione presentata da entrambi i coniugi. Una pratica che può essere molto vantaggiosa per quanto riguarda i tempi di consegna della dichiarazione stessa.

DA CHI PUÒ ESSERE PRESENTATO IL 730 CONGIUNTO?

Il modello 730 congiunto può essere presentato da i coniugi che possiedono i requisiti per poter effettuare la dichiarazione dei redditi, ovvero: lavoro dipendente o pensione, redditi dei terreni e dei fabbricati, redditi di capitale, di lavoro autonomo ed gli altri redditi a tassazione separata. Questo anche se solo uno dei due coniugi può utilizzare il 730.

È OBBLIGATORIA?

La dichiarazione congiunta, però, non è un obbligo ma un’opzione che viene concessa annualmente dall’Agenzia delle Entrate ai coniugi, permettendo a loro di presentare un unico modello 730, ovvero due dichiarazioni in una. Ma saranno comunque due dichiarazione distinte, con i redditi che non si sommano fra di loro, non dando quindi un vantaggio economico ma solo di tempo.

QUALI VANTAGGI HA?

Un altro vantaggio è che il modello 730 congiunto permette al coniuge che magari non ha il sostituto d’imposto, di avvalersi del sostituto d’imposta del coniuge, recuperando, quindi, gli eventuali rimborsi di imposte a credito o di pagare i debiti direttamente nella busta paga del proprio coniuge. Come detto precedentemente, infatti, all’interno del 730 congiunto, vi saranno le due dichiarazioni con i rispettivi calcoli, dell’Irpef e delle altre imposteseparati fra di loro, i quali confluiranno in un unico calcolo finale.

SI PUÒ UTILIZZARE SOLO UN SOSTITUTO D’IMPOSTA?

La convenienza nel presentare questo tipo di modello è nell’utilizzare un solo sostituto d’imposta, per compensare le imposte di entrambi ed o recuperare i rimborsi o pagare le imposte dovute. Per far ciò, è necessario che il coniuge che ha come sostituto d’imposta il soggetto al quale viene presentata la dichiarazione sia indicato come dichiarante. Quindi nel modello 730 congiunto dovrà essere spuntato sia dichiarante sia dichiarazione congiunta nel 730 del coniuge che ha il datore di lavoro che fa da sostituto d’imposta, mentre l’altro coniuge spunterà solamente la casella coniuge dichiarante.
certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 10-01-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X