Così hanno portato via Kata: la zona d'ombra delle telecamere
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Così hanno portato via Kata: la zona d’ombra delle telecamere

bambina che corre

I dettagli dell’intricato caso di Kata Mia Alvarez, la giovane peruviana scomparsa in circostanze misteriose quasi dieci mesi fa.

In una tranquilla via parallela a Via Maragliano, si nasconde il mistero della scomparsa di Kataleya Mia Alvarez Chicclo, nota affettuosamente come Kata. La piccola, di origini peruviane, è scomparsa quasi dieci mesi fa, lasciando dietro di sé più domande che risposte.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Katherine Alvarez mamma Kata Pomeriggio Cinque
Katherine Alvarez mamma Kata Pomeriggio Cinque

La sparizione di Kata

Secondo quanto riportato da lanazione.it, nonostante l’intensa attività investigativa, il destino di Kata rimane un enigma. Le indagini hanno rivelato che Kata è stata fatta uscire da via Monteverdi, una zona priva di sorveglianza video, eludendo così gli occhi elettronici. Questa scoperta ha portato gli investigatori a considerare diverse teorie: l’utilizzo di un passaggio sotterraneo segreto, un vialetto nascosto, o un percorso attraverso i box di un palazzo adiacente.

Il complesso sistema di videosorveglianza intorno all’area dell’ex hotel Astor, da cui Kata è scomparsa il 10 giugno, non ha fornito riscontri. La bambina non è stata catturata dalle telecamere né mentre usciva dal cancello su via Boccherini né dal portone di via Maragliano, suggerendo che la sua uscita sia avvenuta attraverso una “zona d’ombra”.

L’immensa ricerca senza sosta

Il lavoro dei carabinieri non si è fermato alla sola analisi video. Hanno esaminato telefoni, chat, e tracciato movimenti telefonici, in aggiunta al controllo delle partenze dagli aeroporti europei verso il Sud America. Questo impegno mira a ricostruire i movimenti di Kata e di coloro che potrebbero essere coinvolti nella sua scomparsa.

La comunità e gli investigatori si trovano di fronte a un rebus intricato. Kata sembra essersi volatilizzata, lasciando poche tracce del suo passaggio. L’unica pista concreta sembra legata a un presunto giro di affitti illeciti all’interno dell’ex hotel, una pista che coinvolge anche un parente della bambina. Tuttavia, questa teoria non ha ancora trovato solide conferme.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2024 14:05

Alessia Pifferi: dubbi sulla sanità mentale, l’analisi dei periti

nl pixel