Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ha rivelato i piani del Governo in merito all’obbligo di mascherine al chiuso.

Dal primo maggio, non si dovranno più indossare le mascherine al chiuso in Italia. Tra le poche eccezioni a questa nuova norma, i trasporti pubblici, dove vigerà ancora la regola che prevede l’obbligo di tale misura di sicurezza per contrastare la pandemia. Considerando la scadenza di fine aprile, questo è l’orientamento dell’esecutivo, stando alle parole del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a RaiNews24.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Costa

“Credo che gli italiani in questi 2 anni abbiano” sviluppato “una consapevolezza diversa rispetto al Covid. Questo l’incipit del sottosegretario Costa. In merito all’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi, da ciò, Costa ha dichiarato quanto segue. “Sono convinto che passare da un obbligo una raccomandazione possa essere assolutamente la scelta giusta. Con la riflessione magari di mantenerla in alcuni luoghi. Pensiamo ai mezzi di trasporto, dove magari ci può essere più affollamento”.

Andrea Costa ha inoltre dichiarato quanto segue. “Credo che ci sono le condizioni per procedere col togliere le mascherine al chiuso come norma obbligatoria. “Il decreto, così come è scritto e così come lo stiamo convertendo alla Camera – ha precisato il sottosegretario alla Salute – di fatto toglie l’obbligo delle mascherine al chiuso per tutti. Quindi in questi giorni, prima della scadenza del 30 aprile, si tratta di fare alcune riflessioni e valutare se mantenerle in alcuni luoghi al chiuso. Si pensa alla Ffp2, ma ripeto, la riflessione è limitata alcuni contesti particolari come ad esempio il trasporto pubblico, dove certamente ci può essere una concentrazione di persone e dove forse può essere prudente mantenerle”.

Mascherina Ffp2
Mascherina

Il sottosegretario Costa ha chiuso il suo intervento usando le seguenti parole. “Credo che, nonostante l’obbligo o il non obbligo – ha aggiunto il sottosegretario alla Salutei cittadini continueranno a mantenere le mascherine nei luoghi di maggiore rischio. Questo avviene anche all’aperto: nonostante ormai da 2 mesi non vi è più l’obbligo, continuiamo a vedere i cittadini che indossano la mascherina all’aperto”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-04-2022


Venezia, i turisti potrebbero dover prenotare per l’estate

Esclusi i tennisti della Russia da Wimbledon, la replica di Mosca