Variazioni catastali, i loro costi e a chi rivolgersi

Variazioni catastali, cosa sono e quanto costano. Legge e informazioni utili in materia.

chiudi

Caricamento Player...

Variazioni catastali – Definizione

Le variazioni catastali DOCFA sono documenti ufficiali, scritti e firmati da professionisti iscritti all’albo, quindi:

  • geometri
  • architetti
  • ingegneri

Costoro comunicano per mezzo di un agenzia all’Agenzia del Catasto una sopraggiunta e documentata modifica dello stato di un immobile, rispetto a quello che era il progetto originale.

Come si Svolgono le Variazioni Catastali

Generalmente quando si intende effettuare una variazione catastale che avrà un costo differente a seconda della tipologia di variazione da compiere, ci si rivolge alle figure sopra elencate e quindi ad un agenzia che possa fornirle, se si effettua tramite privato, altrimenti ci si rivolge al proprio Comune di residenza.
Per gradi:

  • Avviene il sopralluogo dell’immobile
  • Si verificano e trascrivono le dimensioni
  • Si effettua il disegno informatico
  • Si predispone la trasmissione telematica che viene effettuata tramite la procedura DOCFA

Quando occorre effettuare una variazione catastale

Ogni qual volta si effettuano modifiche che fanno variare il progetto originale di un immobile, a seguito di tali modifiche occorre fare una variazione catastale, relativa al progetto che il catasto in precedenza aveva già acquisito.
I casi di tale modifica, sono ad esempio quelli relativi ai lavori di ristrutturazione fatti attraverso opere murarie. In queste circostanze la normativa pone l’obbligo rivolto al proprietario dell’immobile ristrutturato, di presentare la variazione catastale entro e non oltre trenta giorni dalla fine dei lavori. Nei casi in cui ciò non dovesse avvenire, il proprietario della struttura, viene sanzionato dall’Agenzia del Territorio.
A seguire un breve elenco delle più comuni variazioni catastali:

Al fine di ottenere la conformità catastale, prima di un rogito
Quando occorre apportare una modifica della distribuzione di un appartamento successivamente allo spostamento di tramezzi

  • Il frazionare o il fondere delle unità immobiliari
  • Effettuare un cambio di destinazione d’uso in relazione ad uno specifico spazio
  • Ampliamento di un area interna di un appartamento
  • La creazione di nuove superfici
  • Modificazione della toponomastica

certificato_unicasim