Emergenza Covid tra i bambini, aumentano i casi (anche gravi) e i ricoveri. E preoccupano i disturbi psichici, in aumento dall’inizio dell’emergenza sanitaria.

Aumentano i casi di Covid tra i bambini e preoccupano gli effetti psichici sui più piccoli, che nel corso del primo anno di pandemia erano stati risparmiati dal virus.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Covid, aumentano i casi tra i bambini

Numeri alla mano, in base al rapporto Iss del 1 dicembre, i casi di Covid tra i bambini sono aumentati in maniera considerevole nel corso delle ultime settimane. Si tratta evidentemente di dati preoccupanti, anche perché aumentano anche i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

Nel mese di novembre abbiamo avuto quattromila accessi al pronto soccorso, che al Buzzi è esclusivamente pediatrico. Fortunatamente i bambini ricoverati per Covid-19 si contano sulle dita di una mano non da novembre, ma da settembre a oggi. Del resto, l’infezione del Covid in età pediatrica non ha mai messo in difficoltà né le pediatrie né tantomeno le terapie intensive pediatriche fin dal suo inizio. I quattromila accessi si devono ad altre infezioni, come il virus respiratorio sinciziale, responsabile tra l’altro delle bronchioliti, che ci ha riempito i reparti. Se poi i bimbi sono prematuri, cardiopatici o immunodepressi hanno anche infezioni più severe“, ha dichiarato ai microfoni de il Corriere della Sera Gian Vincenzo Zuccotti, preside della facoltà di Medicina dell’Università Statale e direttore di Pediatria e Pronto soccorso pediatrico dell’Ospedale Buzzi di Milano.

Coronavirus
Coronavirus

Preoccupano i disturbi psichici tra i più piccoli

A preoccupare sono soprattutto i disturbi psichici sviluppati dai bambini nel corso di questa pandemia. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono aumentati in maniera considerevole i casi di anoressia, bulimia e autolesionismo. Sono effetti, ritengono gli esperti, delle difficoltà causate dal lockdown, dalla chiusura delle scuole e dalla brusca interruzione dei rapporti sociali.

Il vaccino ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni

Alla luce dei dati raccolti a dicembre, i pediatri raccomandano fortemente di immunizzare i bambini con il vaccino. Dal 16 dicembre la campagna di vaccinazione abbraccia anche i bambini dai 5 agli 11 anni, che possono essere vaccinati contro il Covid. Si tratta di un passo in avanti di particolare importanza nella lotta contro la diffusione del virus.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 08-12-2021


Google, cosa hanno cercato gli italiani nel 2021

Italia nella morsa del maltempo, neve a Milano e Torino