Emergenza Covid, il calendario delle vaccinazioni in Italia: chi riceverà il vaccino e quando. L’obiettivo è quello di chiudere la campagna a settembre.

L’Italia fissa l’obettivo per portare a termine la campagna di vaccinazione contro il Covid: arrivare all’immunità di massa a settembre. Si tratta di un obiettivo ambizioso che prevede che entro quella data più di 40 milioni di persone abbiano ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. Una sorta di Mission Impossible, ma in fondo avrebbe mai creduto che ad undici mesi di distanza dall’inizio della pandemia sarebbe stato possibile somministrare le prime dosi del vaccino contro un virus sostanzialmente sconosciuto, tutto nuovo per il mondo della scienza e della ricerca.

Covid, il calendario delle vaccinazioni in Italia. L’obiettivo: chiudere la campagna a settembre

Il calendario delle vaccinazioni contro il Covid dell’Italia prevede la fine della campagna della vaccinazione di massa entro la fine dell’estate. Entro quella data l’Italia vuole arrivare all’immunità di gregge, che consentirebbe una ripresa della vita economica e sociale e la ripresa senza intoppi del nuovo anno scolastico. E ci mettiamo in mezzo anche un Natale più tradizionale.

Le incognite

Bisogna dire però che l’Italia deve fare i conti con diverse incognite che dipendono da tanti fattori anche esterni. Ipotizzando che la macchina della distribuzione funzionasse senza problemi, le autorità italiane devono sperare che ad accumulare ritardi non siano le case produttrici dei diversi vaccini che arriveranno nei prossimi mesi. Inoltre non è chiaro al momento quanto possa durare l’mmunità fornita dal vaccino. Inoltre bisogna valutare la partecipazione delle persone, ossia quante persone decideranno di vaccinarsi nonostante si tratti di un vaccino non obbligatorio.

Quante dosi di vaccino contro il Covid avrà l’Italia?

Nel complesso, nel 2021 l’Italia riceverà 202 milioni di dosi di vaccino contro il Covid. Rientrano nel computo le dosi di Pfizer-BioNTech, AstraZeneca e Moderna, limitandoci ai prodotti approvati o prossimi all’approvazione da parte dell’Agenzia europea del farmaco e dell’Aifa. La speranza è che l’approvazione di AstraZeneca e Moderna, ad esempio, rispetti i tempi prefissati e che le case produttrici, che devono fare fronte ad una richiesta ingente, rispettino le scadenze per quanto riguarda le consegne.

Vaccino
Vaccino

Il calendario delle vaccinazioni: chi riceverà il vaccino e quando

I primi a ricevere il vaccino, come noto, sono medici, infermiere, personale sanitario e personale e ospiti delle Rsa. Tra febbraio e marzo dovrebbero essere vaccinate le persone con più di 80 anni per poi passare, nel mese di aprile, alle persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni. Seguono, stando al calendario, le persone che presentano almeno due patologie croniche, mentre con l’inizio dell’estate si passerà al resto della popolazione.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
coronavirus cronaca vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 28-12-2020


Maltempo in Italia, ondata di neve al Nord. Milano imbiancata. Nulvi, morto un vigile del fuoco. Mareggiata a Napoli

Vaccino, slitta l’arrivo delle dosi in Spagna e in altri 7 Paesi