Emergenza coronavirus, Mario Draghi tratta con Moderna per una fornitura extra di dosi del vaccino contro il Covid.

Arriva dalle colonne de la Repubblica la notizia di una trattativa privata del premier italiano Mario Draghi con Moderna per avere una fornitura extra di dosi del vaccino contro il Covid. Il Presidente del Consiglio, secondo il quotidiano, vorrebbe integrare le dosi che arriveranno in Italia alla luce degli accordi europei con altre dosi legate ad un accordo privato, quindi indipendente da Bruxelles. L’Agi riferisce che sarebbe intercorsa una telefonata tra il premier e i vertici dell’azienda.

Vaccini
Vaccini

Covid, Mario Draghi tratta con Moderna per una fornitura extra di dosi del vaccino. Ma senza violare le norme Ue

Secondo la ricostruzione de la Repubblica, Mario Draghi ha avviato una trattativa con Moderna per valutare la possibilità di acquistare altre dosi del vaccino contro il Covid. Si tratterebbe di una trattativa indipendente da Bruxelles, un’iniziativa del Presidente del Consiglio.

Sempre secondo la ricostruzione de la Repubblica, la trattativa condotta da Mario Draghi per l’Italia non violerebbe le norme Ue per l’approvvigionamento di vaccini.

Moderna starebbe valutando l’offerta presentata dall’Italia e potrebbe rispondere positivamente.

Mario Draghi
Mario Draghi

La Commissione europea si muove: presto un accordo per 1,8 miliardi di dosi di vaccino di tipo mRna

Ma non solo l’Italia. Anche la Commissione europea si muove per assicurarsi nuove dosi di vaccino. Secondo quanto riferito da Bloomberg, l’Ue firmerà un accordo per 1,8 miliardi di dosi di vaccino di tipo mRna, efficace contro le varianti del Covid che mettono a rischio la campagna di vaccinazione europea. Al momento i vaccini che sfruttano la tecnologia mRna sono Pfizer, Moderna e Curevac.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 10-04-2021


Inchiesta Fondazione Open, Lotti indagato per corruzione

Draghi al lavoro sul decreto Imprese