La Danimarca va in controtendenza rispetto a tutta Europa, grazie al costante calo di contagi. E dall’1 ottobre via a tutte le limitazioni.

COPENAGHEN – La Danimarca annuncia la fine di tutte le limitazioni anti-Covid a partire dall’1 ottobre. Da inizio pandemia, ci sono stati 325 mila contagi e 2.552 morti.

Danimarca, le misure funzionano

Il Paese scandinavo sta avendo un tasso di riproduzione del virus sta diminuendo rispetto all’inizio di luglio: forse anche per merito del suo Coronapas, l’app necessaria per entrare all’interno di ristoranti, bar, musei e anche parrucchieri che certifica se una persona ha avuto un risultato negativo del test anti-Covid nelle ultime 72 ore, la vaccinazione o una prova di precedente infezione.

Controtendenza rispetto al resto d’Europa

Discoteche aperte da settembre, via l’obbligo di tampone per i ristoranti, mascherine da ottobre nel cestino della spazzatura. In netta controtendenza rispetto alla generale situazione in Europa, la Danimarca si appresta a revocare tutte le misure di contenimento anti-Covid 19 dal primo ottobre. Con un assaggio del ‘liberi tutti’ già da settembre, quando ci sarà un ulteriore allentamento delle restrizioni. in particolare per la ristorazione e i locali notturni.

Avanti con i vaccini

Passi resi possibili dal consistente e costante calo di contagi, attribuito essenzialmente agli alti tassi di vaccinati nel Paese scandinavo e alla decisione del premier Mette Frederiksen di immunizzare anche i ragazzi tra i 12 e i 15 anni, oltre alle donne in gravidanza, su base volontaria. Già a fine luglio quasi il 60 per cento degli over 16 danesi era completamente vaccinato.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

https://www.youtube.com/watch?v=4f950duosjc

ultimo aggiornamento: 10-08-2021


Green Pass e documento di identità: le nuove regole in bar, ristoranti, palestre e piscine

Bambino fa pipì sul tappeto di una scuola di Corano in Pakistan. Rischia la pena di morte per blasfemia