Ema: “In arrivo nuova ondata di casi Covid legata alla variante BQ1 e alla sua sottovariante B1.1. Vaccinatevi ora”.

L’aumento dei casi e dei decessi all’inizio dell’autunno conferma come la pandemia resti ancora un’emergenza globale. L’Ema prevede una nuova ondata di Covid nelle prossime settimane, legate alle sottovarianti di Omicron, BQ1 e B1.1. Il virus potrebbe non essere fermato facilmente da nessun tipo di immunità, per questo si raccomanda la vaccinazione con i vaccini aggiornati.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il virus delle sottovarianti

Oggi sono mille giorni da quando è stata annunciata a livello mondiale la pandemia da Covid. Un’epidemia che ancora non trova tregua, ma bensì prevede una nuova ondata di casi nelle prossime settimane legata alle sottovarianti di Omicron.

Lo ha dichiarato Marco Cavaleri, responsabile della strategia vaccinale dell’Ema, secondo cui a guidare il nuovo aumento dei contagi saranno la variante BQ1 e la sua sottovariante B1.1. che “diventeranno i ceppi dominanti da metà novembre all’inizio di dicembre”. Non è ancora chiaro il livello di trasmissibilità, ma di certo la nuova ondata saprà come sfuggire all’immunità da vaccinazione, da infezione e da anticorpi monoclonali.

Per questo motivo l’Ema raccomanda la vaccinazione tempestiva, perché potrebbe essere l’unico modo per proteggersi da un contagio intenso. “Ci sono sei vaccini a disposizione per la vaccinazione primaria, quattro vaccini adattati e otto terapie approvate nell’Unione europea”, ha dichiarato Cavaleri. E ancora spiega che “il virus è più veloce di quanto potremmo mai essere nell’adattamento dei vaccini. Dovremmo considerare l’adattamento dei vaccini solo quando la differenza tra i ceppi in circolazione e la composizione dei vaccini diventa maggiore”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-10-2022


Reati informatici: milioni di credenziali rubate

Russia: “Truppe Usa in Romania pericolo per Mosca”