Il Covid non smette di contagiare, in Europa e nel mondo. Scopriamo qual è la situazione attuale in Italia.

Sebbene molte persone ritengano che la pandemia sia già finita, non è così. Le ridotte misure di prevenzione nei confronti del Covid non significano che la pandemia ha smesso di essere presente. Sebbene il virus faccia magari meno paura, il rischio di contagio è lo stesso, se non maggiore. Scopriamo insieme qual è la situazione attuale della pandemia in Italia e in Europa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La situazione attuale

Stando all’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, l’Italia è ancora in rosso scuro. Ma non è la sola: la maggior parte dei paesi dell’Europa centrale si trovano nella stessa situazione. Oltre al Belpaese, anche l’Austria, il Belgio, la Grecia, la Finlandia, la Francia, il Portogallo, la Slovenia e alcune regioni spagnole sono in rosso scuro. In rosso chiaro, invece, troviamo alcune regioni della Danimarca, l’Irlanda, l’Islanda, la Lettonia, la Slovacchia, nonché alcune regioni danesi e ceche. Quali nazioni, invece, se la passano meglio?

Coronavirus
Coronavirus

I Paesi più sicuri

In molte altre aree d’Europa, il rischio di contagio è decisamente minore. Parliamo della Bulgaria, la Croazia, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Polonia, la Svezia e l’Ungheria sono tinte di grigio. Tale colore si usa nel momento in cui vi sono meno di 600 test su 100.000 abitanti. Ciò non indica necessariamente una situazione di sicurezza, ma fa capire che pochi abitanti hanno sintomi tali da dover fare un test. Anche alcune regioni della Spagna sono in grigio, come anche la Lituania. Rispetto alla Germania, non vi sono dati sufficienti per poter stabilire una colorazione. Le zone gialle, invece, sono alcune parti della Danimarca, della Repubblica Ceca e della Romania. Invece, l’unica zona verde è rappresentata dalla parte rimanente della Romania.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-05-2022


Ambiente: per i giovani è una priorità

Putin: “Le sanzioni contro la Russia stanno provocando una crisi globale”