Il Ministero della Salute ha dato il via libera per la quinta dose di vaccini bivalenti, per tutti gli over 12 definiti soggetti fragili.

E’ la circolare del Ministero della Salute, in accordo con l’Agenzia Italiana del Farmaco e l’Istituto Superiore di Sanità che da il via alla quarta dose di vaccino anti-covid, coi nuovi farmaci bivalenti, per tutti gli over 12. Inoltre, approvata anche la quinta dose per gli immunodepressi il cui ciclo primario vaccinale era di tre dosi, ed hanno quindi già ricevuto la quarta.

EMA e AIFA hanno già espresso l’affidabilità dei nuovi vaccini previsti per le varianti, al momento però tra una tipologia di vaccino e l’altra, tra i vari bivalenti, non ci sono preferenze, tutti funzionano allo stesso modo ed hanno la solita copertura.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Raccomandazioni vaccinali

Le raccomandazioni vaccinali sono rivolte in particolare all’utilizzo delle formulazioni di vaccini a m.RNA bivalenti nei seguenti casi:

  • previste come seconda dose di richiamo per tutti coloro che hanno un età superiore ai 60 anni con elevata fragilità; agli operatori sanitari, operatori delle strutture residenziali, donne in gravidanza.
  • come seconda dose di richiamo a seguito di un giudizio clinico specializzato a soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, dovute a cause legate a patologie di base oppure a trattamenti farmacologici. Per questi casi, la seconda dose è prevista a coloro che hanno già ttenuto un ciclo primario di tre dosi (il ciclo standard), e una successiva prima dose di richiamo ad almeno 120 giorni di distanza.
  •  come prima dose di richiamo per i soggetti maggiori di 12 anni che non l’abbiano ancora ricevuta, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-09-2022


Referendum Ucraina: Lavrov offre protezione ai territori annessi

Un alluvione come quella nelle Marche accade ogni mille anni