Tutti assolti i sei imputati a processo in rito abbreviato che si è tenuto a Bologna per il crac di Mercatone Uno. Il fatto non sussiste.

Tutti assolti gli imputati nel processo abbreviato per il crac di Mercatone Uno. Per tutti il fatto non sussiste.

Crac Mercato Uno, tutti assolti gli imputati a processo a Bologna

Il processo in rito abbreviato che si è tenuto a Bologna sul crac di Mercatone Uno si è concluso quindi con l’assoluzione di tutti gli imputati in quanto il fatto non sussiste. Si tratta dell’ex amministratore Giovanni Beccari, l’ex consigliere Ilaro Ghiselli, Gianluca Valentini e Elisabetta, Micaela e Susanna Cenni.

I soggetti rispondevano dell’accusa di bancarotta fraudolenta per distrazione e l’accusa aveva chiesto per tutti una condanna a quattro anni e quattro mesi di carcere.

“Siamo soddisfatti di un risultato che premia le condotte assolutamente legittime e corrette della famiglia Cenni. Sia all’epoca dei fatti contestati sia, soprattutto, quando il gruppo entro’ in crisi e furono impiegate ingentissime risorse familiari, messe a disposizione della società”. Questa la posizione del legale di Elisabetta, Susanna e Micaela Cenni, figlie di Romano.

Sirotti si è poi detto soddisfatto “per la scelta del giudice di disporre una perizia. Ha consentito di svolgere la discussione su basi strettamente tecniche“.

Mercatone Uno
Fonte foto: https://www.facebook.com/MercatoneUno

Le indagini degli inquirenti sul crac

LSecondo impianto investigativo i sei imputati, tra il 2005 e il 2013, avrebbero effettuato operazioni finanziarie imprudenti. Lo scopo sarebbe stato quello di indebolire l’azienda, Dalla società avrebbero sottratto trecento milioni di euro.


Ex Ilva, Conte incontra Mittal: “Sugli esuberi numeri iniziali inaccettabili”

Open Arms, lo scambio di mail tra Conte e Salvini