Al giorno d’oggi è diventata sempre più frequente l’idea di aprire una startup innovativa.

Conquistare il mercato con idee originali e puntando in particolar modo sul digitale, la nuova sfera dell’economia mondiale. Creare e far prosperare un business di successo non è semplice, bisogna prestare particolare attenzione all’iter da seguire e agli adempimenti da compiere.

La procedura di apertura di una startup può essere svolta comodamente online, per cui il digitale si dimostra ancora una volta come una risorsa essenziale per far parte del mondo del lavoro e oggi il 37% delle startup nasce in digitale.

Come registrare una startup

Il primo passo da seguire è registrarsi sul sito del Registro delle Imprese, compilando l’atto costitutivo della startup e scrivendo lo statuto della futura azienda. Al termine di questa prima fase del processo, bisogna salvare i documenti e apporre la firma digitale sullo statuto e sull’atto costitutivo della startup, in unione con la marcatura temporale.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

dettatura vocale
Fonte foto copertina: pixabay.com/photos/business-lady-woman-girl-computer-3560917/

Su Ufficiocamerale è possibile acquistare in tutta facilità la marca temporale, apponendo in modo agevole data e ora di creazione del documento, in modo ufficiale. Dopo aver fatto questo, è necessario richiedere la registrazione fiscale dei documenti presso l’Agenzia delle Entrate, versando la quota di registro di 200 euro.

Può essere indispensabile anche l’apertura di un conto corrente della startup, sebbene sia ancora all’inizio. In seguito, bisogna compilare il modulo 69 e inviare il plico con tutti i documenti alla Camera di Commercio.

I bilanci di esercizi

Successivamente è necessario occuparsi dei bilanci di esercizio, che possono essere compilati anche direttamente online da casa, grazie ad alcuni intermediari che offrono servizi online per le imprese.

Gli adempimenti da compiere quindi non sono pochi, ma la volontà e la costanza faranno della startup un business redditizio. Attualmente in Italia sono ben 10.164 le startup attive e Lombardia, Lazio ed Emilia-Romagna vincono tra le regioni con maggior presenza di queste imprese d’avanguardia, soprattutto giovanili.

ultimo aggiornamento: 02-08-2019


ICC, Juventus-Tottenham 2-3: capolavoro di Kane al 93′

Sanremo 2020, Amadeus direttore artistico e conduttore