L’ex ufficiale dell’esercito accusa il ministero della Difesa di mentire sull’andamento della guerra in Ucraina.

Kartapolov ha prestato servizio alla Federazione russa anche come viceministro della Difesa, ed è proprio lui che dichiara le sue parole determinate sulle pagine di Moscow Times. Accusa il ministero della Difesa di mentire sulla guerra in Ucraina e di distircerne la realtà. A condividere il pensiero anche il deputato Andrey Gurulyov che è stato disconnesso dalla trasmissione mentre denunciava le sue accuse.

bandiera ucraina
bandiera ucraina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Bugie dalla Difesa

Il presidente della Commissione Difesa della Duma, Andrey Kartapolov, ha prestato servizio alla Federazione russa anche come viceministro della Difesa dal 2018 a 2021. E’ stato proprio lui a dichiarare sulle pagine del sito indipendente russo Moscow Times, citando: “Dobbiamo smetterla di mentire sulla situazione al fronte. Altrimenti il rischio è che perdano di credibilità”.

Spiega come tutti i villaggi a confine con la regione di Belgorod sarebbero quasi del tutto distrutti. “Lo apprendiamo da chiunque, dai governatori e dai corrispondenti militari. Ma i rapporti del ministero della Difesa non cambiano. La gente lo sa. La nostra gente non è stupida e vede che non vogliono dirle nemmeno una parte della verità”, dichiara.

Non è il primo deputato della Duma a dare questa versione dei fatti né ad allertare su probabili bugie da parte di Mosca sulla guerra in corso. Anche il deputato Andrey Gurulyov, ed ex vice comandante del distretto militare meridionale della Russia, ha annunciato in diretta tv che vi sarebbe una distorsionedella realtà, soprattutto sul territorio di Lyman conquistata da Kiev. Proprio nel momento in cui denunciava il presunto sistema di bugie, Gurulyov è stato disconnesso dalla trasmissione televisiva.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 05-10-2022


Putin: “Referendum validi e trasparenti”

Cherson, annessione smentita: l’Ucraina riconquista i territori persi