Esplosione in una scuola in Crimea, il premier: "È stato uno studente"

Esplosione in una scuola in Crimea, il premier: “È stato uno studente, si è suicidato”

Esplosione in una scuola in Crimea, oltre quaranta le persone rimaste ferite. L’autore dovrebbe essere uno studente che si è tolto la vita.

Una forte esplosione è avvenuta in Crimea, nel politecnico della città di Kerch dove almeno diciotto persone sono morte e altre 50 sono rimaste ferite. Inizialmente si era pensato ad un attentato ma secondo il governatore della regione l’autore sarebbe uno studente che si sarebbe tolto la vita poco dopo. Le indagini sono in corso ma al momento la pista seguita dagli inquirenti sembra proprio questa.

Crimea
Fonte foto: https://www.facebook.com/RussiaDiversa/?tn-str=k*F

Crimea, esplosione in una scuola: decine di feriti

Sono almeno 18 le vittime e 50 i feriti dell’esplosione avvenuta in un istituto politecnico della città di Kerch (Crimea). Stando alle informazioni preliminari e alle prime ricostruzioni, l’esplosione, avvenuta sembra nella mensa dell’istituto, potrebbe essere stata causata dalla detonazione di una bomba.

Di seguito uno dei video con le prime immagini riprese nei pressi della scuola di Kerch proprio pochi minuti dopo la forte detonazione che è stata avvertita distintamente in un raggio di molti metri.

#Crimea esplosione in una scuola a Kerch, #Crimea. 10 morti e 50 feriti il bilancio provvisorio. https://vz.ru/news/2018/10/17/946495.htmlNessuna chiarezza sull' esplosione a #Kerk in #Crimea: un testimone oculare avrebbe visto una persona sparare con una pistola mentre il Comitato Nazionale Antiterrorismo parla di "esplosione di ordigno non identificato" https://t.me/boris_rozhin/6813#Kerch: testimonianze parlano di uomini armati e mascherati che sparavano sui superstiti dopo l' esplosione. https://t.me/rt_russian/10110Fonte t.me/sakeritalianotizie

Pubblicato da NMGI-Geopolitica Italiana su Mercoledì 17 ottobre 2018

Non si esclude la pista dell’attentato terroristico

Al momento non si esclude alcuna ipotesi, ma la prima pista battuta è quella dell’attentato terroristico anche alla luce del fatto che la Crimea è considerata come una delle zone ad alto rischio.

Qualora venisse confermata la prima ricostruzione secondo cui l’esplosione avrebbe avuto origine nella mensa dell’istituto, le autorità dovranno accertarsi che la detonazione non sia stata provocata da un incidente nella cucina della scuola.

Sul caso indagano gli inquirenti e gli investigatori della sezione anti-terrorismo che si occuperanno di raccogliere le testimonianze dei ragazzi, dei professori e dei dipendenti ed effettueranno un sopralluogo per provare a ricostruire le dinamiche e le cause dell’esplosione.

Esplosione in una scuola in Crimea: alcuni testimoni avrebbero visto uomini armati fare fuoco contro i ragazzi

Alcuni testimoni, stando a quanto riferito dai media locali, avrebbero dichiarato di aver visto uomini armati e con il volto coperto che, subito dopo l’esplosione, inseguivano i ragazzi per sparargli mentre tentavano di fuggire.

ultimo aggiornamento: 17-10-2018

X