L’annuncio ufficiale è arrivato il 18 giugno 2019: Libra sarà la criptovaluta di Facebook. Ma dietro ci sono già altre 27 organizzazioni.

Le voci di corridoio si susseguivano da mesi, ma finalmente Facebook, attraverso la voce di Mark Zuckerberg, ha sollevato il velo su quello che era diventato un vero e proprio segreto di Pulcinella. Libra, la criptovaluta di Facebook, è finalmente ufficiale.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Libra, la criptovaluta di Facebook, che non è realmente di Facebook

Finalmente possiamo dare un’occhiata più da vicino all’ambizioso progetto. Che come sempre, quando c’è di mezzo il colosso statunitense è piuttosto intelligente e articolato. E soprattutto sta sollevando l’interesse di mezzo mondo.

Il primo aspetto davvero intelligente, dal punto di vista strategico, è che Facebook e i suoi partner hanno creato un’organizzazione, la Libra Association, per gestire gli aspetti tecnici del progetto e lavorare con le autorità di regolamentazione per assicurarsi che tutto sia in crescita.

libra criptovaluta partner
I partner di Facebook per la creazione della criptovaluta Libra (fonte foto: facebook.com/photo.php?fbid=10107693268644761&set=a.612287952871&type=3&theater)

Diversamente dalle altre criptovalute, Libra ha anche alcuni meccanismi di salvaguardia incorporati, simili nel funzionamento a quelli che vengono usati per le valute tradizionali. Questi dovrebbero assicurarsi che il valore della criptovaluta rimanga più stabile.

Libra, criptovaluta o sistema di pagamento?

Proprio l’idea di costruire una criptovaluta scegliendo gli aspetti più convincenti del denaro digitale e di quello analogico è uno degli aspetti più interessanti di questa nuova valuta digitale. Sulla quale l’interesse è già altissimo.

Rimane da capire se Libra avrà successo o sarà un flop. Di certo le dimensioni gigantesche di Facebook, in particolare nei paesi in via di sviluppo, potrebbero convincere molte persone. Non è un mistero infatti che questo progetto strizzi l’occhio proprio ai paesi al di fuori del primo mondo. La dichiarazione di Mark Zuckerberg è piuttosto chiara in questo senso:

Proprio ora, ci sono circa un miliardo di persone nel mondo che non hanno un conto in banca ma hanno un cellulare

Ecco il post ufficiale:

Today, Facebook is coming together with 27 organizations around the world to start the non-profit Libra Association and…

Pubblicato da Mark Zuckerberg su Martedì 18 giugno 2019


Se Libra avrà successo, tuttavia, dipenderà soprattutto dalla sua capacità di creare servizi che interessano alle persone. Va anche detto che la “svolta” annunciata dall’arrivo delle criptovalute già da qualche anno non c’è mai realmente stata, anche se i rumors su Libra avevano già risollevato l’interesse anche per quelle più tradizionali come Bitcoin.

Il lancio di Libra è previsto nel primo semestre del prossimo anno, ma il sito ufficiale libra.org contiene già tutte le informazioni necessarie per sapere tutto sul questa nuova criptovaluta.

Libra critpovaluta facebook sito

Fonte foto copertina: facebook.com/LibraAssociation/

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-06-2019


App payback.it: come raccogliere e redimere i punti direttamente dal tuo telefono

Come salvare le pagine Web in PDF e in Word