Crisi Bayern, Robben: “Se appoggiamo Ancelotti? Non rispondo…”

L’ex tecnico del Milan è tornato sotto attacco dopo la fragorosa sconfitta per 3-0 in Champions contro il Psg.

chiudi

Caricamento Player...

Che il nuovo Psg di Emery, guidato da Neymar, Mbappé, ma anche i ‘vecchi’ Cavani e Verratti, fosse una squadra più che temibile, lo si sapeva già dall’estate. Di certo in pochi si sarebbero aspettati un’amalgama tale dopo pochi mesi di assemblaggio. Invece, il trionfo di ieri contro il Bayern Monaco in Champions ha dato la dimensione di dove i francesi possano arrivare. Eppure, a Monaco di Baviera la sconfitta contro il super team parigino non è stata digerita con leggerezza. Anzi, il già criticato nelle scorse settimane Carlo Ancelotti è tornato sotto il mirino della critica tedesca, pronta a chiedere la sua testa al primo scivolone. Certo l’ex tecnico del Milan ha le spalle abbastanza larghe per resistere anche stavolta alla pressione di una piazza mai del tutto convinta del suo operato. Tuttavia, resta da capire se la squadra è ancora disposta a seguirlo o meno.

Crisi Bayern, Robben sibillino su Ancelotti

Nel post partita della gara del Parco dei Principi Arjen Robben, tra i leader carismatici del Bayern, ha parlato anche del tecnico emiliano, come riportato dalla Gazzetta dello Sport: “Se appoggiamo Ancelotti? Non risponderò a questa domanda. È stata una sconfitta dolorosa e possiamo parlare di questo. La formazione scelta? Non dirò nulla a questo proposito, perché ogni parola sarebbe di troppo. L’importante è che ora si sia squadra, dobbiamo trovare pace e tutti quelli che manifestano la propria insoddisfazione non aiutano la squadra“.