Crisi di governo, cosa può succedere? Tutte le ipotesi possibili

Dall’alleanza Pd-Movimento 5 Stelle al ritorno alle urne passando per un governo di tecnici. Cosa può succedere adesso con la crisi di governo. Tutte le ipotesi possibili.

La crisi di governo è iniziata ufficialmente con le dimissioni di Giuseppe Conte. L’ormai ex premier è salito al Quirinale dando formalmente il via all’iter istituzionale previsto. Il primo passo, come noto, è quello delle consultazioni, nel corse delle quali il Presidente della Repubblica valuterà e ascolterà tutte le ipotesi possibili. Ma cosa può succedere adesso con questa crisi di governo?

Crisi di governo, cosa può succedere? Tutte le ipotesi possibili

Sono sostanzialmente quattro le ipotesi più o meno realisticamente possibili in questo momento. La strada verrà indicata da Mattarella ma non è da escludere che possa passare anche dal voto del Parlamento. Dipenderà di fatto da come si evolverà questa crisi di governo.

Un governo (tecnico) di transizione

Il primo scenario è quello di un governo a tempo determinato che possa traghettare il paese fino alle prossime elezioni, che realisticamente sarebbero fissate per il mese di ottobre. Ai ministeri salirebbero i tecnici indicati dal Colle che si occuperebbero dell’ordinaria amministrazione prima di passare al testimone al nuovo governo eletto.

Mattarella Amatrice
fonte foto https://www.quirinale.it/elementi/31948

Un governo M5S-Pd

La seconda ipotesi è quella di un’alleanza tra il Partito democratico e il Movimento Cinque Stelle. Le due forze politiche, per avere il via libera dal Colle, dovrebbero stilare un contratto di governo o comunque impegnarsi ad arrivare fino alla fine del mandato. Senza clamorosi colpi di scena.

Nicola Zingaretti
Fonte foto: https://www.facebook.com/nicolazingaretti

Un governo Lega-Movimento 5 Stelle (bis)

Per dovere di cronaca è giusto riportare anche l’ipotesi meno probabile, ossia quella di un nuovo governo a guida Lega-Movimento Cinque Stelle. La sensazione è che si tratti di uno scenario quasi impossibile anche alle luce del dibattito accesissimo degli ultimi giorni, ma l’ipotesi del maxi-rimpasto ancora non è tramontata.

Lauigi Di Maio e Matteo Salvini
Roma 01/06/2018 – giuramento Governo Italiano / foto Insidefoto/Image nella foto: Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Il governo istituzionale

L’ultima ipotesi sul tavolo di Mattarella è quella di un governo istituzionale che possa governare fino ai primi mesi del 2020 dopo aver affrontato il delicato tema della manovra economica disinnescando così il rischio di un aumento dell’Iva.

La posizione di Mattarella: un governo credibile o il ritorno alle urne

Da tempo sembra chiara la posizione del Capo dello Stato che avrebbe fatto sapere di essere disposto a dare il suo benestare a una nuova coalizione di governo ma solo a patto che si tratti di una formazione solida, con progetti a lunga scadenza.

In alternativa la via più naturale sarebbe quella del ritorno alle urne nel minor tempo possibile.

ultimo aggiornamento: 21-08-2019

X