Crisi di governo, Salvini vuole evitare il ritorno del Pd e pensa al rimpasto

Salvini vittima della sua crisi di governo: rischia di essere messo alla porta dal Pd

Matteo Salvini vuole evitare il ritorno del Pd e prova a disinnescare la crisi di governo suggerendo un rimpasto. Il Movimento Cinque Stelle non ci sta. Per ora.

Matteo Salvini, attaccato quotidianamente dal Movimento Cinque Stelle e alle prese con il caso Open Arms, sta riflettendo senza sosta sulla strategia da adottare per disinnescare la crisi di governo che lui stesso ha avviato. Fallito il colpo di mano leghista, ora la parola d’ordine è limitare i danni e provare a restare in sella. Anche cedendo a qualche compromesso con gli alleati di governo.

Crisi di governo, Salvini vuole evitare il ritorno del Pd

Lo spettro di un’alleanza tra il Movimento Cinque Stelle e il Partito democratico continua a prendere forma nella testa di Matteo Salvini. Se fosse un’alleanza a breve termine la Lega avrebbe tempo e modo per schiacciare con la propaganda il governo giallorosso. Ma se il piano della nuova maggioranza dovesse essere a lungo termine allora l’effetto-Salvini sull’Italia potrebbe passare o almeno scemare.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/salviniofficial/

Ipotesi rimpasto

La versione ufficiale dei fatti è che Salvini è pronto a tutto, anche a sacrificarsi, per evitare il ritorno di Renzi e della Boschi. L’analisi non ufficiale dei fatti indica che il passo indietro serve ad evitare di rimanere fuori dai Palazzi e senza neanche il beneficio del dubbio dato dalle urne. L’inciucio Pd-M5S potrebbe convincere Mattarella ad assegnare il mandato alla nuova maggioranza di governo (che i numeri per andare avanti ce li ha) senza indire nuove elezioni.

In casa Lega non si esclude che Salvini stia provando a convincere Di Maio a procedere con un rimpasto evitando in extremis la crisi di governo che, stando alla posizione dei pentastellati e di Palazzo Chigi, sembra ormai inevitabile.

ultimo aggiornamento: 18-08-2019

X