Entrerà nell’eurozona anche la Croazia a partire dal 2023. Via libera dalla Commissione Ue.

Arriva l’ok della Commissione europea per la Croazia per adottare la moneta unica. Dal 1° gennaio 2023 il paese balcanico abbandonerà le kune in favore dell’euro. La Commissione ha ritenuto Zagabria idonea a questo passaggio. Dall’anno prossimo così i paesi dell’eurozona saranno 20. La decisione finale però spetta al Consiglio europeo.

Ma la strada è spianata: il paese di Plenkovic farà il suo ingresso tra i paesi della moneta unica. Per arrivare all’esito favorevole, la Croazia, come tutti i paesi che intendono adottare l’euro ha soddisfatto i 4 criteri i convergenza. Questo livello di convergenza economica sostenibile è data dal rispetto dei criteri quali: la stabilità dei prezzi, le finanze pubbliche sane, la stabilità del tasso di cambio e la durabilità della convergenza.

Nell’ultima valutazione a soddisfare questi criteri sono stati solo Croazia e Svezia mentre sono stati bocciati Bulgaria, Rep. Ceca, Ungheria, Polonia e Romania. La Croazia, entrata nell’Ue nel 2013, aveva fatto richiesta per adottare l’euro nel 2019. Secondo la presidente della Commissione Ue l’entrata nell’eurozona della Croazia renderà “più forte la nostra moneta comune”.

bandiera europea
bandiera europea

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Zagabria entra nell’eurozona dopo meno di dieci anni dall’entrata Ue

Soddisfa i quattro criteri di convergenza nominale e la sua legislazione è pienamente compatibile con i requisiti del Trattato e dello Statuto del Sistema europeo delle banche centrali/Bce” ha detto la Commissione Ue. Ora tocca all’Ecofin il 12 luglio prendere la decisione finale.

La presidente Ursula von der Leyen si congratula con Zagabria e per i suoi risultati raggiunti in così poco tempo. “Meno di un decennio dopo la sua adesione all’Ue, la Croazia è ora pronta per entrare nell’area euro il primo gennaio. Ciò rafforzerà l’economia croata, portando vantaggi ai cittadini, alle imprese e alla società in generale”, dichiara la presidente Ue.

Anche il commissario Ue per l’Economia Paolo Gentiloni ha parlato di un “passo storico” per la Croazia. “Il popolo croato può ora aspettarsi di unirsi agli oltre 340 milioni di cittadini che già usano l’euro e, nell’anno in cui abbiamo celebrato il ventesimo anniversario della nascita dell’euro come valuta fisica, l’area euro può aspettarsi di accogliere il suo ventesimo membro”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-06-2022


Nuove sanzioni Ue in Russia: “Guerra si può allargare”

L’ingresso dell’Ucraina nell’Ue non è facile