Un ex monastero è crollato a Napoli mentre erano in corso dei lavori di ristrutturazione. Ha ceduto il muro perimetrale, feriti cinque operai.

NAPOLI – Mattinata di paura a Napoli dove è crollato un ex monastero durante alcuni lavori di ristrutturazione. A crollare è stato il muro perimetrale che ha travolto cinque operai, estratti vivi tra le macerie. Al momento due si trovano ricoverati in ospedale ma non riversano in pericolo di vita.

L’area è stata sottoposta a sequestro per ulteriori controlli con i Vigili del Fuoco che hanno controllato la zona anche per consentire alla struttura confinante, dove vivono religiosi e studenti, di essere utilizzata.

Vigili del fuoco Sesto San Giovanni
Vigili del fuoco

Crolla ex monastero a Napoli, ancora ignote la cause

Non si conoscono ancora le cause del crollo. “Forse la pioggia – dichiara il geometra del Comune di Napolima anche un quadro fessurativo pregresso molto grave che forse doveva essere puntellato meglio“.

Quello che sappiamo – continua – ora è che durante i lavori di ristrutturazione del convento, credo regolarmente autorizzati dalla Sopraintendenza, è crollata una parte dell’arcata del cortile antico coinvolgendo gli operai. Per fortuna, tranne uno che sembra in gravi condizioni, gli altri stanno bene“.

La situazione piano piano sta tornando alla normalità.

Il video del crollo dell’ex monastero

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
crollo cronaca Monastero Napoli

ultimo aggiornamento: 16-03-2018


Appalti sui rifiuti, arresti tra Catania, Roma e Milano

Spari a Roma: carabiniere ferisce due passanti a Monteverde