Le azioni della Coca Cola sono crollate nelle ore successive alla conferenza stampa di Cristiano Ronaldo. E non sono mancate le critiche al portoghese.

ROMA – Le azioni della Coca Cola sono crollate dopo la conferenza stampa di Cristiano Ronaldo. La decisione del portoghese di invitare tutti a bere acqua non ha fatto bene all’azienda tanto che il titolo, come riferito da Marca riportato da Fanpage, hanno avuto un calo importante sul mercato statunitense raggiungendo un minimo di 55,22 dollari per azione.

Non sicuramente una buona notizia per la multinazionale che sperava con gli Europei di poter rilanciare la propria economia dopo la pandemia.

CR7 vs Coca Cola, parte due

Non è la prima volta che Cristiano Ronaldo attacca la Coca Cola. La decisione di invitare a bere acqua durante una conferenza stampa degli Europei è stato sicuramente un gesto importante e inedito, ma già in passato aveva ribadito la sua contrarietà ad una alimentazione non salutare.

In un’intervista, infatti, ha criticato l’alimentazione del figlio maggiore: “E’ bravo ma mangia patatine e beve Coca Cola. Questo non va bene”. Dichiarazioni, anche queste, che hanno fatto il giro del mondo e sicuramente in futuro difficilmente ci sarà una collaborazione tra i due.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Coca Cola
fonte foto https://www.facebook.com/cocacolait/

Coca Cola, un 2020 in rosso

Le prossime settimane saranno fondamentali per la Coca Cola. Le parole di Cristiano Ronaldo non hanno fatto bene all’azienda che spera di potersi rilanciare con il prosieguo della competizione europea. Un evento destinato ad essere fondamentale per la stessa multinazionale dopo un periodo molto complicato per la pandemia.

Nel 2020, infatti, è stato registrato un rosso del 20%. L’anno in corso sembra aver registrato una prima risalita anche se le parole di CR7 sembrano aver frenato leggermente l’azienda. Le prossime settimane saranno fondamentali soprattutto per capire quanto il gesto di Cristiano Ronaldo avrà effetto sulle azioni della multinazionale.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/cocacolait/


Il turismo riparte, in Italia la presenza degli stranieri cresce del 15,3 per cento. Garavaglia: “Dati confortanti”

Termina la guerra dei dazi tra Ue e Usa