Il crollo della Lira preoccupa i mercati. Erdogan: “Non perderemo la guerra economica”

È stato un venerdì nero per la borsa europea. Il momento difficile della Lira ha avuto un effetto sui mercati italiani e non solo.

ISTANBUL (TURCHIA) – Il venerdì, 10 agosto, dei mercati si è concluso in maniera negativa. La lira turca ha avuto un crollo fino a perdere 13,5% sul dollaro. Una crisi che ha avuto un effetto negativo su tutta la borsa: in Italia Piazza Affari ha avuto una chiusura negativa ma soprattutto lo spread ha toccato i 264 punti, il massimo della giornata odierna.

Dura la reazione di Donald Trump che attraverso un tweet ha annunciato “il raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta e in rapido calo nei confronti di un dollaro molto forte. I dazi sull’alluminio saranno ora al 20% mentre quelli sull’acciaio al 50%. I nostri rapporti con Istanbul non sono buoni al momento“.

L’effetto della lira turca è stato risentito anche dall’Euro che ha toccato dei minimi quasi storici segnando 1,1432 contro il dollaro. Numeri che non sono mai stati toccati dal luglio 2018 ma poi con il passare della giornata è riuscito a recuperare qualcosa ma la situazione lunedì potrebbe essere ancora più tragica.

Crisi Lira in Turchia, Erdogan: “Non preoccupatevi, supereremo questo momento”

Un momento di crisi che ha spaventato un po’ i cittadini turchi ma il governo di Istanbul ha predicato calma al suo popolo. Il presidente Erdogan durante una visita ha rassicurato tutti dicendo che non “perderemo questa guerra economica“. Inoltre ha sollecitato la popolazione a cambiare la moneta straniera in quella locale.

La giornata di lunedì potrebbe essere fondamentale in Turchia per vedere se ci sarà una ripresa per la Lira o l’ennesimo e definitivo crollo. Il governo è tranquillo ma la situazione potrebbe cambiare nella prossima settimana con i dazi imposti dagli Stati Uniti che potrebbero creare qualche problema.

Di seguito il tweet di Donald Trump

fonte foto copertina ekathimerini.com

ultimo aggiornamento: 10-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X