Si è svolto a Barcellona l’incontro tra i vertici e i team di Formula 1 per parlare dell’emergenza Coronavirus. Prime due gare confermate.

BARCELLONA (SPAGNA) – L’apprensione per l’emergenza Coronavirus non si placa. A Barcellona è avvenuto l’incontro tra i vertici e i team di Formula 1 per cercare di trovare la soluzione in vista dell’inizio della stagione. La situazione, al momento, sembra essere sotto controllo anche se Liberty Media e Fia continuano a sorvegliare l’espansione dell’epidemia in modo costante.

Nessun rinvio

Non ci dovrebbe essere uno slittamento dell’inizio del Mondiale. Nonostante le indiscrezioni degli ultimi giorni, la Formula 1 prenderà il via il prossimo 15 marzo dall’Australia. Melbourne fino a questo momento non ha chiuso le frontiere agli italiani e per questo non sembrano esserci particolari difficoltà.

La stessa cosa vale per il Vietnam mentre il Bahrain resta un’incognita. I vertici della Formula 1 si sono mossi per tutelare i team. Anche qui non dovrebbero esserci particolari rischi anche se siamo solamente agli inizi della discussione.

Logo Formula 1 2020
fonte foto https://twitter.com/F1Media

Binotto: “La situazione è sotto controllo”

Nessuna preoccupazione in casa Ferrari con il team principal, Mattia Binotto, che si è detto pronto a prendere tutte le precauzioni del caso per salvaguardare l’intero circus: “La preoccupazione c’è, non possiamo dire il falso. Dobbiamo esserci sicuri di muoverci correttamente. Alcuni delle nostre persone ritarderanno il loro volo per assicurarsi di aver preso tutte le precauzioni del caso“.

Di drammatico – ha assicurato Binotto – non c’è nulla in atto. Si tratta solo di essere sicuri di fare le cose con prudenza e nel modo corretto. Per questo agiremo in stretto contatto con Fia e Formula 1, che sanno che siamo un team molto cauto“. La Ferrari quindi è pronta a prendere tutte le precauzioni del caso per cercare di proteggere l’intero Circus da un eventuale contagio del Covid-19.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

fonte foto copertina https://twitter.com/F1Media


La Ferrari è meno lenta di come sembra

F1, in Australia si corre (nonostante il coronavirus): il punto sul calendario