Firenze, trentunenne aggredisce sei persone: probabilmente era risentito per il ritiro delle truppe USA dall’Iraq. Proseguono le indagini.

Paura a Firenze: uomo di 31 anni accoltella i passanti in strada. Uno dei feriti è in gravi condizioni. Per due giorni il trentunenne curdo ha aggredito i passanti per le vie di Firenze. L’uomo è stato arrestato nella serata di giovedì dopo aver ferito un uomo su un tram.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Firenze
Firenze

Aggredisce sei persone a Firenze, arrestato 31enne curdo

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti riportate dall’Ansa, l’aggressore a volte si è scagliato contro le sue vittime senza proferire parola. In altri casi avrebbe chiesto in lingua inglese da dove venissero. le persone sono state aggredite a mani nude o con armi da taglio, coltelli o taglierini. In totale sono sei le persone aggredite. Una di queste sarebbe in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

Polizia
Polizia

Escluso il movente religioso: risentimento verso gli Stati Uniti dopo il ritiro delle truppe dall’Iraq

Gli inquirenti hanno escluso il movente di carattere religioso ritenendo che il 31enne curdo nutrisse rancore nei confronti dei cittadini statunitensi dopo il ritiro delle truppe USA dall’Iraq.

Alla luce della ricostruzione effettuata, alla base di tali comportamenti non vi sono motivazioni religiose di tipo integralista, ma piuttosto il fatto che l’uomo, di etnia curda, era alla ricerca di cittadini statunitensi poiché nutre risentimento verso gli Stati Uniti d’America a causa dell’asserito abbandono del suo popolo successivamente alla ritirata dall’Iraq della coalizione anti Daesh“, spiega la Questura di Firenze sul fermo del soggetto.

Mentre proseguono le indagini sulle aggressioni, il 31 luglio il soggetto comparirà di fronte al Gip per l’udienza di convalida dell’arresto.


Covid, quanto durano gli anticorpi dopo il vaccino. Serve la terza dose?

Allarme variante Delta: i vaccinati sono contagiosi?