Cutrone segna ma non basta, il Milan di Montella continua a fare affidamento sui soliti noti. E il mercato è alle porte…

Milan, mi vedi o no? Dopo un inizio di stagione vissuto prima di rivelazione e poi da protagonista, Patrick Cutrone si è visto sempre meno, partita dopo partita. Una scelta che alcuni potrebbero definire logica in quanto il Milan, con il disperato bisogno di segnare e di vincere, si affida logicamente ai giocatori forti, quelli pagati tanto, quelli che hanno esperienza. Al momento i fatti non hanno avvalorato le scelte di Vincenzo Montella, e allora perché non tornare a scommettere sull’attaccante con la miglior media realizzativa della rosa?

Questione di modulo… ma non basta

La nuova organizzazione tattica ideata da Vincenzo Montella toglie inevitabilmente (?) spazio a Cutrone. L’impiego di una sola punta mette il giovane attaccante azzurro in concorrenza con un giocatore navigato come Nikola Kalinic e un probabile futuro talento come Andre Silva. E da qui il dilemma dell’allenatore: se le cose vanno male le sue scelte sono sbagliate in ogni caso, e affidare la responsabilità al diciannovenne Cutrone potrebbe significare bruciarlo. Ecco allora che uno dei migliori prodotti della Primavera rossonera è chiamato a farsi le ossa in Europa League, in un girone tutt’altro che impegnativo. Eppure l’impressione è che Patrick Cutrone sia l’attaccante più da Serie A che abbia il Milan. Il ragazzo è fisico, ha cattiveria agonistica, voglia di battersi e tanta grinta, caratteristiche che nel campionato italiano possono fare la differenza.

Cutrone titolare

In occasione della gara di Europa League contro l’Austria Vienna Cutrone dovrebbe giocare titolare al fianco di Andre Silva, soluzione valida solo per le gare europee perché in campionato Montella sa di non poter rinunciare alla qualità di Suso, uno dei pochi in grado di risolvere le partite. Sorge spontaneo domandarsi se Cutrone giocherà anche quando il Milan sarà chiamato a giocare in Europa contro avversari più quotati e quando il proseguimento nella competizione si deciderà in 180′ e non in sei partite. Se anche in qual momento Montella dovesse decidere di affidarsi agli esperti, allora lo spazio a disposizione di Cutrone sarà ancora meno, probabilmente limitato alle gare di TIM Cup.

Cutrone al Crotone

Intanto il Crotone non ha mai smesso di sognare Patrick Cutrone, Con l’approssimarsi del mercato invernale, i calabresi starebbero pensando di riproporre al Milan la cessione in prestito dell’attaccante azzurro che in rossoblu troverebbe spazio e continuità. Il giocatore nelle ultime settimane è stato accostato anche al Torino come vice Belotti, e ora Mirabelli e Montella dovranno guardarsi negli occhi per capire in tutta onestà quale possa essere la strada migliore per la crescita del giocatore.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio mercato milan Patrick Cutrone Vincenzo Montella

ultimo aggiornamento: 22-11-2017


Antonio Conte sbotta: “Cara Premier, così non va”

Milan, congelato il primo acquisto per gennaio: ecco i dubbi dei rossoneri